BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Facebook: i fannulloni di Bari messi online dal sindaco.

La caccia alle streghe del sindaco Emiliano a Bari. Il nuovo modo di scoprire lavoratori fannulloni



Il sindaco di Bari, Michele Emiliano, si mobilita contro i fannulloni e dà il via ad una curiosa iniziativa per scoprirli usando il popolarissimo Facebook. Dopo la pubblicazione sul cliccatissimo profilo Facebook del primo cittadino Michele Emiliano di una foto inviata da un cittadino del quartiere Japigia di tre dipendenti dell'azienda pubblica per l'igiene urbana e per la raccolta di rifiuti (Amiu) che apparentemente chiacchierano per strada durante l'orario di lavoro, l'ex magistrato ha invitato i cittadini a segnalare altre situazioni simili.

Prima della denuncia dei netturbini, erano finiti sul suo profilo gli autisti assenteisti dall'azienda municipale dei trasport Amtab. Grazie alle continue segnalazioni dei cittadini più attenti ed attivi, Emiliano ha poi pubblicato sulla propria bacheca le foto degli spazzini-presunti scanfatiche dell'Amiu, la municipalizzata barese che si occupa di raccolta e smaltimento dei rifiuti.

Il segretario generale della Cgil Funzione Pubblica metropolitana e provinciale del capoluogo pugliese, Giuseppe Gesmundo, pala di una vera e propria caccia alle streghe. “Nascosti dietro gli angoli, appostati fuori dagli uffici, mimetizzati nei pressi dei bar notiamo loschi figuri armati di macchine fotografiche alla ricerca e pronti ad immortalare chi si concede le famose pause da caffè o l'incauto lavoratore che si è attardato in una vietatissima 'spesuccia' presso il supermercato adiacente l'ufficio.

Sembra l'inizio di un giallo o addirittura di un noir invece è l'amara realtà, indotta da una campagna pubblicizzata dal sindaco Emiliano sui maggiori quotidiani e che può arrivare a suggestionare e a indurre al disprezzo il comune cittadino nei confronti dei lavoratori pubblici”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il