BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Voto Fiat a Torino iniziato. Risultati alle 18,45 di oggi. I vincitori possibili

Attesi in serata i risultati del referendum di Fiat Mirafiori



Urne aperte fino all'una di questa mattina: si è svolto il primo turno delle votazioni del referendum per l'approvazione o la bocciatura dell'accordo siglato da Fiat, Uilm, Fim e Fismic e rifiutato dalla Fiom, che dovrebbero terminare alle 18,45 di oggi. Dopo di che inizieranno le operazioni di spoglio che proseguiranno fino a notte inoltrata. Nessuna certezza dell’esito.

Il segretario della Fiom, Maurizio Landini, ha infatti detto che “Sull'esito del voto non facciamo previsioni. Di certo non è un referendum libero, ma un plebiscito. La Fiom farà tutto ciò che è possibile, sul piano sindacale e giuridico, contro un modello di accordo che per noi è inaccettabile”.

A votare sono andati praticamente tutti: nel turno di notte ha votato per il referendum sull’accordo sul rilancio dell’impianto il 97,7% dei lavoratori presenti, sono andati alle urne 384 lavoratori su 393 presenti e tutti, sia che abbiano votato per il sì sia che abbiano scelto il no, sono stati chiamati a fare una scelta decisamente difficile. In ballo ci sono investimenti per un miliardo di euro e la creazione della newco tra Fiat e Chrsyler per produrre Suv di lusso.

L’esito del referendum arriverà in tarda serata. Nel frattempo, dinanzi ai cancelli dello stabilimento sono già presenti decine di giornalisti e qualche delegato tra quelli contrari all’accordo che attendono l’uscita di chi ha già votato e l’arrivo di chi con il turno del mattino deve ancora votare.

Il travaglio del referendum che deciderà il futuro di Mirafiori, la fabbrica simbolo della Fiat, è iniziato all'alba di lunedì 10 con la ‘sfida’ tra i sindacati. Rappresentanti di tutte le sigle, da un lato il fronte del sì che comprende Fim, Uilm, Fismic, dall'altro la Fiom e i Cobas, si sono ritrovati davanti ai cancelli per sfruttare la riapertura dello stabilimento dopo le feste di Natale per distribuire volantini e informare gli operai sul voto cui avrebbero dovuto dare parere favorevole o contrario.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il