BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Conto arancio, Mutuo Arancio e adesso anche un fondo di investimento

La notizia è di questa settimana, il colosso olandese ING DIRECT sbarcherà con un fondo di investimento



La notizia è di questa settimana, il colosso olandese ING DIRECT sbarcherà con un fondo di investimento in Italia e propria la nostra nazione sarà il primo banco di prova di questa nuova iniziativa.

Sarà un fondo di investimento flessibile, a basso costo ( all'anno 1,5% di commissione, senza spese nè in entrata e nè in uscita )  e avrà una caratteristica innovativa e peculiare: investirà solo in aziende che garantiscono la distribuzione di dividendi ogni anno e questi dividendi  saranno incassati uno per uno dai sottoscritori del fondo.

Questo, significherebbe che nel 2004, facendo una simulazione, il fondo avrebbe reso come stacco dividendi circa il 4% di cedola netto.

Un prodotto unico nel panorama dei fondi italiani, che non hanno ancora nulla di simile.

Il nuovo prodotto sarà distribuito e gestito solo attraverso canali di comunicazione low cost, ovvero telefono e internet

Il nuovo Fondo Arancio, bisserà il successo di Conto Arancio ( 640 mila clienti con 14 miliardi di raccolta ) e Mutuo Arancio ( 6100 clienti, con prestiti erogati per un totale di  700 milioni ) ?

. L'offerta di mutui sia a tasso fisso che variabile a Aprile 2016 si fa molto interessante. Grazie alla discesa mese su mese dei prezzi degli immobili nelle grandi città, ma soprattutto nei piccoli centri, e grazie ai tassi praticamente prossimi allo zero oggi accendere un mutuo è estremamente conveniente. In questa analisi abbiamo analizzato le migliori offerte proposte dai principali istituti.

Fisso o variabile? Questo è l'eterno dilemma... In breve in questa particolare fase storica chi ha la possibilità di aprire un mutuo da estinguere in 10 anni quasi sicuramente la scelta del tasso variabile può essere quella più azzeccata, infatti attualmente i tassi sono molto bassi e le prospettive per i prossimi anni non fanno intravedere una loro risalita e poi grazie alla portabilità è sempre possibile, qualora i tassi aumentino, ricontrattare il mutuo con la stessa banca o con un altro istituto al fine di ottenere una proposto di nuovo vantaggiosa.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il