BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Influenza A in Italia: i casi di morte e il vaccino

I nuovi casi di Inluenza A nel BelPaese. E' di nuovo epidemia?



Dopo i primi casi che si sono registrati in Germania e Gran Bretagna, il virus dell'influenza A torna a colpire anche in Italia. Dopo la donna di 60 anni affetta dal virus H1N1 e ricoverata a Barletta da nel reparto di Rianimazione, dove è stata incubata, primo caso che si registra in Puglia dopo il ritorno della malattia, torna l’allarme Influenza A e si diffonde di nuovo il panico.

Il caso di Barletta non è l’unico che si è registrato in Italia, un altro è stato reso noto sempre in Puglia, dove un paziente è stato ricoverato nell'ospedale di Tricase (Lecce), e un altro ancora si è registrato a Milano. La segnalazione è arrivata dall'assessore regionale alla Sanità Luciano Bresciani, che ha però precisato che per sapere se si tratta di influenza A/H1N1 o di influenza stagionale bisognerà attendere l'esito del tampone virologico.

Sembra che si tratti di un uomo, morto al Policlinico di Milano, dove era ricoverato da diversi giorni per una grave patologia renale. Emergenza in molti ospedali nella penisola. Mentre, dunque, l’epidemia della sindrome influenzale si diffonde e nella prima settimana del 2011 gli italiani colpiti dal virus sono oltre 270 mila, il timore di una nuova diffusione dell’Influenza A inizia a preoccupare molti.

In alcuni ospedali lombardi la situazione sul fronte dell'influenza A è sotto controllo, sebbene alcuni ricoverati siano in condizioni critiche: tre sono assistiti dal San Raffaele, altri tre dal San Matteo di Pavia, e secondo i sanitari non sarebbero in pericolo di vita, e un settimo paziente al San Gerardo di Monza, tutti centri dotati della speciale macchina cuore-polmoni Ecmo.

Nel frattempo, nella provincia di Barletta, Andria e Trani, l’azienda sanitaria locale ha acquistato e distribuito 100mila dosi di vaccino e solo il 75% dei pazienti a rischio, tra cui anziani, bambini, donne in gravidanza, cardiopatici e malati cronici si è sottoposto alla puntura antinfluenzale.

Per riuscire a sfuggire all’influenza, l’unico metodo è la prevenzione che, in questo caso, è rappresentata appunto dal vaccino. Sarebbe bene, dunque, accertarsi prima dei sintomi, capire se si tratta di influenza stagionale o meno e, dunque, rivolgersi al proprio medico che saprà ben consigliare la cura.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il