BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Berlusconi indagato per rapporti con Ruby. Accusato di concussione e prostituzione minorile

Il premier accusato concussione e prostituzione minorile. Il caso Ruby



Il premier Silvio Berlusconi è indagato dalla Procura di Milano per concussione e prostituzione minorile nel caso Ruby. L’accusa sostiene che il presidente del Consiglio italiano avrebbe abusato della sua posizione, nella notte tra il 27 e il 28 maggio del 2010, per indurre i funzionari della Questura di Milano ad affidare l'allora 17enne Karima El Mahroug, meglio conosciuta come Ruby, alla consigliere regionale lombarda del Pdl ,Nicole Minetti.

 

Quel giorno Ruby sarebbe stata portata in questura a causa di un furto, di cui una sua amica l'aveva accusata. Il pm minorile Fiorillo aveva disposto che la giovane fosse portata in una comunità. Ma il premier operò diversamente, per cercare di nascondere i suoi incontri con la prostituta minorenne ad Arcore. A Berlusconi vengono, dunque, contestati i reati che puniscono chiunque compia ‘atti sessuali con un minore di età compresa tra i 14 e i 16 anni in cambio di denaro o altra utilità economica con la reclusione da sei mesi a 3 anni o una multa’.

Da questa mattina sono sotto perquisizione sia la in casa che l'ufficio della consigliere regionale Nicole Minetti, già indagata per sfruttamento della prostituzione, e gli uffici di Salvatore Spinelli, uomo della tesoreria Fininvest. Il premier è indagato dal 21 dicembre scorso ma solo questa mattina gli è stato notificato un invito a comparire dalla Procura di Milano.

Il legale di Ruby sostiene che la ragazza non sarebbe stata sentita dai pm milanesi da ottobre fino ad oggi, per cui la loro decisione sarebbe stata presa per la deposizione di altre persone che avrebbero riferito di incontri tra il premier e la ragazza. Lele Mora ed Emilio Fede, inizialmente coinvolti nella vicenda, dicono di non saperne nulla e di non avere nulla da dire. Nessun commento per ora da Berlusconi.

Autore:

Marianna Quatraro

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il