BusinessOnline - Il portale per i decision maker








730 2011: novità modello

Via libera alla versione definitva del 730 2011. Le novità



Arriva finalmente in versione definitiva il nuovo modello 730 2011 relativo alla dichiarazione dei redditi del 2010. La dichiarazione dei redditi con il modello 730 che sarà compilata da milioni di lavoratori dipendenti e pensionati presenta quest'anno alcune novità e un linguaggio più chiaro.

Ne sono un esempio le schede di sintesi che illustrano in modo immediato chi può presentare il modello, chi è obbligato presentarlo e chi, invece, è esonerato, e prevede, inoltre, la possibilità di recuperare la maggiore Irpef versata sugli straordinari che hanno incremento la produttività aziendale nel 2008 e nel 2009. Questa novità è inserita nella sezione IX del quadro F.

L’Agenzia delle Entrate ha chiarito, inoltre, che possono essere assoggettate a imposta sostitutiva dell'Irpef, pari al 10%, anche le erogazioni relative alle prestazioni di lavoro straordinario se sono ‘riconducibili a incrementi di produttività, innovazione ed efficienza organizzativa e altri elementi di competitività e redditività legati all'andamento economico dell'impresa’.

Per cui, poichè l'agevolazione era in vigore nel 2008, ci sarà la possibilità di richiedere ora il rimborso delle maggiori imposte pagate per il 2008 e 2009, nel caso in cui i compensi siano stati assoggettati a tassazione ordinaria (Irpef proporzionale) invece che ad imposta sostitutiva del 10%.

Sarà poi necessario compilare il rigo E37 della colonna 4 per la detrazione per gli acquisti, effettuati dal 7 febbraio al 31 dicembre 2009, di mobili, apparecchi televisivi, computer ed elettrodomestici di classe energetica non inferiore ad A+, finalizzati all'arredo di immobili ristrutturati, mentre nessuna detrazione è più prevista per le detrazioni del 19% scadute nel 2009, per quanto riguarda gli acquisti di abbonamenti ai servizi di trasporto pubblico, autoaggiornamento e formazione dei docenti.

Il nuovo modello 730 introduce anche la possibilità di dichiarare eventuali esenzioni o agevolazioni sul pagamento delle addizionali comunali. Sono state inserite due colonne nei righi F7 e F8 dedicati sia per il saldo 2010 sia per l'acconto 2011. Le nuove colonne servono rispettivamente ad indicare l'importo della soglia di esenzione deliberata dal Comune con riferimento all'anno, rispettivamente, 2010 o 2011, o a definire agevolazioni diverse rispetto a quelle individuate con le precedenti colonne.

Confermati, infine, i principali sconti fiscali: detrazione 36% per le ristrutturazioni edilizie agevolate, detrazione 55% per gli interventi volti al risparmio energetico, e detrazione sul trattamento economico accessorio per il personale del comparto sicurezza, soccorso e difesa.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il