BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Ibm e Apple trimestrali ottime. Previsioni 2011 positive

Ibm ed Apple da record: i risultati degli ultimi trimestri



Ibm ed Apple da record: Ibm ha chiuso il quarto trimestre dell’anno con utili e ricavi da vendita che hanno superato le aspettative degli analisti. Gli utili per azione ammontano a 4,18 dollari, contro una media di 4,08 dollari per azione prevista da Bloomberg News, bene anche i ricavi da vendite e da prestazioni, che salgono a 29 miliardi di dollari. In tutto, gli utili dell’anno sono giunti a quota 13 dollari per azione.

Le vendite hardware sono cresciute del 21% a 6,3 miliardi di dollari nell’ultimo trimestre dell’anno, mente i ricavi della divisione software sono cresciuti del 7% a 7 miliardi di dollari. Crescono anche i ricavi provenienti dai mercati emergenti, come Brasile, India e Cina, del 15%, crescita che , secondo le previsioni, dovrebbe continuare anche nei prossimi anni.

E le previsioni per il futuro di Ibm si tingono decisamente di rosa. Così come quelle di Appel. La casa della Mela quest’anno ha superato ogni tipo di record, in termini di vendite, ricavi, utili.

I risultati dell’ultimo trimestre fiscale pearlano di un vero e proprio record, trainato essenzialmente dal successo di vendita dell’iPad e dell’iPhone, che hanno portato le entrate a +71% rispetto all’anno precedente per un totale di circa 26,7 miliardi di dollari. Sono stati venduti 16 milioni di iPhone 4 (per 10,5 miliardi di dollari di fatturato), 7,3 milioni di iPad (4,6 miliardi di dollari di fatturato) e già si conoscono alcune caratteristiche tecniche della seconda versione, cosi come iniziano a circolare voci sulla prossima versione di iPhone 5.

E ancora, sono stati veduti oltre 19 milioni di iPod. Non ci sarebbe, dunque, nulla da temere se non fosse per il fatto che il titolo della società in Borsa nelle scorse ore ha perso il 3,8%. Il motivo? La malattia di Steve Jobs e il suo abbandonare, per ora, la scena.

Il mercato e gli analisti sono ben consapevoli di quanto Apple sia legata ad Steve Jobs e la notizia che per la seconda volta lo ha costretto ad abbandonare temporaneamente la gestione operativa dell'azienda per sottoporsi a cure mediche ha portato ad prevedibile calo del titolo conseguente

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il