BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Dichiarazione dei redditi 2011: date, modelli da presentare e regole

Pronti i modelli necessari per la dichiarazione dei redditi relativa al 2010. Quali sono e chi deve compilarli



Pronti i modelli definitivi per la compilazione del 730, 770, Cud 2011 e Iva 2011. Il modello 730 2011 è destinato a milioni di lavoratori dipendenti e pensionati e introduce molte novità. La prima è la possibilità di recuperare la maggiore Irpef versata sugli straordinari che hanno incremento la produttività aziendale nel 2008 e nel 2009. Questa novità è inserita nella sezione IX del quadro F.

Possono essere assoggettate a imposta sostitutiva dell'Irpef, pari al 10%, anche le erogazioni relative alle prestazioni di lavoro straordinario se sono ‘riconducibili a incrementi di produttività, innovazione ed efficienza organizzativa legati all'andamento economico dell'impresa’.

Altra novità è il rigo E37 della colonna 4 per la detrazione per gli acquisti, effettuati dal 7 febbraio al 31 dicembre 2009, di mobili, apparecchi televisivi, computer ed elettrodomestici di classe energetica non inferiore ad A+.

Nel nuovo modello 730 si possono dichiarare anche eventuali esenzioni o agevolazioni sul pagamento delle addizionali comunali e sono state inserite due colonne nei righi F7 e F8 dedicati sia per il saldo 2010 sia per l'acconto 2011 per indicare l'importo della soglia di esenzione deliberata dal Comune con riferimento all'anno, rispettivamente, 2010 o 2011, o a definire agevolazioni diverse rispetto a quelle individuate con le precedenti colonne.

Il modello 770 2011 è disponibile sia ordinario che semplificato, il primo per i sostituti d'imposta che devono comunicare le somme e i valori che nel 2010 soggetti hanno corrisposto, con ritenuta, redditi di lavoro dipendente, equiparati e assimilati, indennità di fine rapporto, provvigioni e redditi diversi, fondi pensione, redditi di lavoro autonomo, dati previdenziali e assistenziali Inps, Inpdap, Ipost, Inail, relativi all'assistenza fiscale prestata nell'anno 2010.

La novità del modello 770 semplificato è il prospetto SY, per le procedure di pignoramento presso terzi e a bonifici per interventi di ristrutturazione edilizia e di risparmio energetico, agevolati con le detrazioni del 36 e del 55%.

Il modello ordinario è, invece, per i sostituti che hanno erogato redditi diversi da quelli di lavoro subordinato e assimilati o autonomo e ora presenta il quadro SX dove c’è una colonna nella sezione IV, destinata agli intermediari che hanno ricevuto la dichiarazione riservata per lo scudo fiscale e introdotta per distinguere i versamenti delle imposte sostitutive del 7% sul valore delle attività rimpatriate e regolarizzate da quelle del 5 e del 6%.

Entrambi i modelli devono essere presentati per via telematica. Online anche la versione definitiva del modello Cud 2011, per la certificazione unica dei redditi di lavoro dipendente e assimilati che l’ente pensionistico o il datore di lavoro, relativamente ai redditi percepiti nel 2010, deve consegnare al pensionato, al lavoratore, o a chi percepisce redditi assimilati, entro il 28 febbraio del 2011 o entro dodici giorni dalla richiesta formale da parte del dipendente, nei casi in cui sia subentrata la cessazione del rapporto di lavoro.

Il nuovo modello Cud 2011 presenta campi riservati all'agevolazione fiscale per il personale che lavora nei settori sicurezza, difesa e soccorso pubblico, alla tassazione del lavoro notturno e alla sezione relativa ai dati fiscali, che comprende aliquota addizionale del 10% sui compensi erogati in forma di stock option che superano il triplo della parte fissa delle retribuzioni.

Online anche i modelli definitivi dei modelli IVA 2011, il cui modello ordinario non presenta più la sezione dedicata al Domicilio per la notificazione degli atti, perché la consegna è per via telematica.

L’altra novità riguarda il quadro VR che sostituisce l’omonimo modello cartaceo VR per chiedere il rimborso del credito IVA annuale e l’applicazione della procedura per la restituzione della maggiore imposta tramite l’agente della riscossione.

Il modello IVA deve essere inviato esclusivamente per via telematica, direttamente dal contribuente o dagli intermediari abilitati, nel periodo compreso tra l’1 febbraio e il 30 settembre.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il