BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Usa, editori di giornali investono nelle inserzioni online

Gli editori di quotidiani, considerati spesso una categoria che si muove con lentezza, sono disposti ora a sborsare qualsiasi cifra per conquistare una quota maggiore del mercato in rapida crescita delle inserzioni online



Gli editori di quotidiani, considerati spesso una categoria che si muove con lentezza, sono disposti ora a sborsare qualsiasi cifra per conquistare una quota maggiore del mercato in rapida crescita delle inserzioni online, una tendenza dimostrata da due accordi siglati di recente.

L'acquisto da parte di New York Times Co. per 410 milioni di dollari di About.com, annunciato la settimana scorsa, e quello di Dow Jones & Co. per 463 milioni di dollari del sito web finanziario MarketWatch Inc. hanno provocato stupore poichè si tratta di acquisti di un valore nettamente superiore a quello delle tradizionali acquisizioni di quotidiani.

Ma secondo gli analisti si tratta di prezzi corretti per aziende editrici che intendano rafforzare le proprie operazioni su Internet. Poichè poche società di contenuti di Internet sono in vendita, aggiungono, gli editori si buttano su quello che possono trovare.

"I valori legati ad Internet stanno tornando alla grande", dice l'analista di Morgan Stanley Douglas Arthur. "Non ci sono tante proprietà lì fuori sopravvissute allo scoppio della grande bolla, con un giro d'affari ragionevole ed una buona quota di traffico sul Web, ed apparentemente possono essere cedute ad un prezzo notevole".

Gli analisti affermano che il New York Times, che sta acquistando About.com dall'editore di riviste Primedia Inc., sta pagando un prezzo consistente per il sito web rivolto ai consumatori.

Primedia sta per incassare 30 volte quelli che sono stati i profitti di About.com nel 2004 prima di interessi, tasse, deprezzamento ed amortizzazioni (Ebitda). Il New York Times dice che il multiplo scende a 23 in base alle proiezioni 2005 dei risultati finanziari.

Al contrario, la catena di quotidiani Lee Enterprises ha di recente concordato di pagare circa 13,5 volte l'Ebitda nella sua offerta di 1,4 miliardi di dollari per Pulitzer, uno degli accordi più grossi degli ultimi anni nel campo dei quotidiani.

Ma Internet sta anche crescendo molto più velocemente dei quotidiani, che da diversi anni sono alle prese con una stagnazione della pubblicità ed un calo dei lettori.

Quello di Internet è il campo di più rapida crescita per le inserzioni pubblicitarie, anche se le cifre sono modeste rispetto ad altri grandi media come televisioni e quotidiani.

Tra gli altri recenti affari, quello di Washington Post Co. che ha di recente acquistato la rivista online Slate da Microsoft Corp. per avere più lettori ed inserzioni. La società non ha rivelato il prezzo d'acquisto, che alcuni hanno stimato attorno ai 20 milioni di dollari.

Ma sono previste altre acquisizioni, compresa quella del sito di notizie finanziarie TheStreet.com, che ha di recente incaricato esperti bancari di esaminare opzioni tra le quali la vendita.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



pubblicato il