BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Bonus bebè 2011: come fare richiesta in regioni e città

Come ottenere il bonus bebè



Varia da regione a regione l’assegnazione del bonus bebè per questo 2011. Da Milano al Piemonte, Comuni ed altri enti locali hanno pensato alle diverse soluzioni erogare assegni alle fasce sociali che rispettano determinati criteri di reddito e altre condizioni per l’accesso al sostegno.

La misura di sostegno, prevista dal Governo, è destinata ai figli nati o adottati nel 2009, 2010 e 2011: i genitori potranno richiedere un prestito agevolato fino a 5mila euro da restituire in un massimo di 5 anni.

Le banche che aderiscono all’iniziativa si sono impegnate ad applicare un tasso annuo effettivo globale (TAEG) fisso non superiore al 50% del tasso effettivo globale medio (TEGM). Per le famiglie con bambini nati o adottati nel 2009 e portatori di malattie rare è previsto un TAEG ridotto allo 0,5%.

Le novità a Milano prevedono che il bonus possa essere assegnato a famiglie indigenti (anche quelle affidatarie in fase di preadozione) o madri single con tutela legale del figlio, purché residenti nel Comune di Milano da almeno tre anni e con un reddito complessivo non oltre i 18mila euro annui, certificato Isee (indicatore della situazione economica), a patto però che il bambino non deve avere già fruito di strutture di assistenza come gli asili nido.

In Piemonte, invece, le novità prevedono un buono per l’acquisto di pannolini, latte in polvere e altri generi di prima necessità per l’infanzia, fino a 250 euro a famiglia per ogni nuovo nato nel 2011.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il