BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Obbligazioni 2011: nuove emissioni a confronto per scegliere migliore

Quali sono le migliori obbligazioni su cui puntare



I problemi di Grecia e Irlanda hanno fatto notare ben chiaramente che i problemi dell’Europa saranno difficili da risolvere senza un’azione decisiva. I salvataggi nascono per porsi contro l’esplodere di una crisi e calmare i mercati temporaneamente, concludendosi però sempre con troppi dubbi su cosa porteranno, se saranno sostenuti dall’impegno politico di stringere sulle politiche fiscali, se i governi saranno capaci di autofinanziarsi, se i possessori di obbligazioni saranno costretti a subire delle perdite.

La crisi finanziaria globale ha lasciato le economie periferiche con un settore bancario indebolito e con un debito pubblico che cresce rapidamente e la crescita economica disomogenea è un fattore chiave che aggrava ancor di più il problema.

I Paesi periferici hanno visto crescere i tassi di interesse, e così il costo dei finanziamenti, in risposta a questa situazione, e il mercato resta timoroso di un’ulteriore ricapitalizzazione delle banche, che peggiorerebbe soltanto la situazione.

In questo clima, Piazza Affari accoglie nuove obbligazioni per scommettere sui tassi euro. Per capire il rialzo dei tassi euro, Rbs (Royal Bank of Scotland) propone un bond decennale con cedole trimestrali fisse, crescenti nei primi tre anni: si parte con un rendimento lordo annuo del 3,75% per passare al 4% nel secondo e al 4,25% nel terzo anno.

Dal quarto fino a scadenza le cedole saranno pari all'Euribor 3 mesi, con il minimo garantito del 4,25% lordo su base annua. Chi, invece, ritiene che la crescita del mercato possa essere accompagnata da una forte ripresa dell'inflazione, potrà optare per un Rbs inflazione 2021 che, dopo i primi tre anni di cedole annuali fisse del 6% lordo, indicizza il rendimento al valore dell'inflazione europea maggiorata dell'1,50% su base annua e al lordo della ritenuta fiscale del 12,5%.

Mentre per chi non crede in una sostenuta crescita dei tassi e preferisce assicurarsi un flusso cedolare costante, Rbs ha pensato ad un'obbligazione che, fino a scadenza prevista per febbraio 2019, paga cedole annuali lorde del 4,50%. Le tre nuove obbligazioni possono essere sottoscritte allo sportello della propria banca e prevedono un investimento minimo di mille euro.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il