BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Click Day 31 gennaio 2011: problemi e ritardi

Primo giorno Click Day in italia: il ssistema non funziona



Primo giorno del click day in Italia, previsto dal nuovo decreto flussi, attivato per fare entrare regolarmente in Italia gli immigrati, giorno in cui 100mila stranieri dovranno inviare al ministero dell’Interno una serie di documenti necessari per la regolarizzazione del loro status nel nostro Paese.

Ma come spesso accade, ecco arrivare i problemi, questa volta non della burocrazia ma nelle procedure telematica. Dalle 7 di stamattina, infatti, il sistema Sistema di Inoltro Telematico avverte che non sarà disponibile  per le operazioni di registrazione, richiesta, compilazione e preparazione per l’invio dei moduli,  operazioni di scarico del programma di invio e visualizzazione della ricevuta di invio.

Il Dipartimento per le libertà civili e l'immigrazione informa che ad oggi sono stati richiesti oltre 210mila moduli (170mila per colf e badanti e 40mila per lavoro subordinato) e le domande già pronte per l'invio sono circa 115mila.

I click day saranno in tutto tre: quello di oggi, 31 gennaio, dedicato a 52.080 lavoratori provenienti da quei Paesi che hanno sottoscritto accordi di cooperazione in materia migratoria con l'Italia, come Albania, Algeria, Bangladesh, Egitto, Filippine, Ghana, Marocco, Moldavia, Nigeria, Pakistan, Senegal, Somali, Sri Lanka, Tunisia, India, Perù, Ucraina, Niger, Gambia ed altri.

Il secondo appuntamento è previsto per mercoledì 2 febbraio, sempre alle 8, quando sarà possibile inviare le domande relative solo a colf e badanti di nazioni differenti da quelle del precedente elenco (30mila i posti in palio).

Ultimo giorno, giovedì 3 febbraio, quando saranno convertiti in permessi di soggiorno per lavoro subordinato non stagionale 11mila permessi per studio, tirocinio, lavoro stagionale ed altre tipologie, nonchè all'ammissione di 4mila extracomunitari che abbiano completato programmi di formazione nel Paese di origine.

Collegandosi al sitowww.interno.it il datore di lavoro entrerà nella pagina che lo guiderà attraverso le fasi della procedura, da seguire tutta sul web. Il consiglio è quello di non perdere tempo ed inviare alle 8 la domanda, perché le graduatorie seguiranno l'ordine cronologico della ricezione delle richieste così come vengono gestite dal sistema.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il