BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni 2011: andare in anticipo di 3 anni per lavori usuranti. Requisiti e regole

Come andare in pensione prima per chi sovlge lavori usuranti



In arrivo nuove norme per lavoratori usuranti che potranno andare in pensione di anzianità con tre anni di anticipo rispetto agli altri lavoratori dipendenti.

Potranno chiedere la pensione anticipata per lavori usuranti i lavoratori impegnati in lavori in galleria, nelle cave, ad alte temperature, colo impegnati nella lavorazione del vetro, i dipendenti che fanno lavoro notturno (almeno 64 notti per chi matura i requisiti dal luglio 2009, 78 per chi li ha maturati tra il 2008 e la prima metà del 2009), gli addetti alla catena di montaggio e i conducenti di veicoli con capienza non inferiore ai nove posti, come conducenti di autobus e pullman turistici.

In questi casi si potrà andare in pensione dopo aver svolto attività usuranti per almeno sette anni negli ultimi 10 nel caso di decorrenza entro il 31 dicembre 2017, mentre dal 2018 bisognerà aver svolto lavori faticosi per metà della propria vita lavorativa.

Particolare attenzione va prestata ad una clausola di salvaguardia del rispetto dei limiti di spesa per la quale c'è un meccanismo di differimento della decorrenza qualora ci sia uno scostamento del numero delle domande rispetto alla copertura finanziaria.

Una particolare clausola inserita nel decreto sottolinea che a regime (dal 2013) l'accesso alla pensione è permesso con un'età anagrafica di tre anni inferiore a quella prevista o anche con tre punti in meno se si considera la quota tra età e anni di contribuzione, 94 invece di 97 e un'età anagrafica minima di 58 anni.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il