BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Mutui prima casa per single 2011: le migliori offerte a confronto

Le migliori proposte mutuo per i single. Quale scegliere



C’è chi sostiene che la richiesta di mutui in questi 2011 si alzerà, grazie alla maggiore convenienza che avrà l’acquisto di una casa, ma fra i numerosi dati che arrivano dal mercato immobiliare, ci sono anche quelli che tengono sott’occhio le abitudini dei single. Secondo un’indagine di mutui.it, oltre un terzo dei mutui per l’acquisto della prima casa sono sottoscritti da single.

Il profilo tipo del single che richiede un mutuo è un uomo di 35 anni, che richiede un finanziamento pari a 134.000 euro (il 67% del valore dell'immobile), è disposto ad impegnarsi per 25 anni con l'Istituto finanziatore, nel 78% dei casi richiede il mutuo per acquistare la prima casa e preferisce il tasso variabile (54% del campione) rispetto al fisso (35%).

Dall'indagine condotta da Mutui.it è emerso che gli importi più alti per l'acquisto della casa vengono richiesti dai single del Lazio (oltre 150.000 euro in media) e, a seguire, del Trentino-Alto Adige (145.000 euro) e della Toscana (quasi 140.000eur), mentre più bassi risultano gli acquisti di immobili in Calabria, Umbria e Basilicata.

Secondo Alberto Genovese di Mutui.it, “l'acquisto di una casa è un momento fondamentale per la vita di ognuno, ma non sempre coincide con l'acquisizione di una stabilità affettiva. Quegli utenti che, da soli e non in coppia, sono pronti ad impegnarsi in un mutuo, prima di scegliere l'opzione che meglio si adatta alle proprie esigenze hanno bisogno di mettere a confronto più proposte e Mutui.it permette di trovare in pochi minuti le migliori offerte di mutuo presenti sul mercato”.

Per fare alcuni esempi, un 30enne, residente a Milano, lavoratore dipendente a tempo indeterminato con reddito netto mensile di 1200 euro, che per l’acquisto della prima casa del valore di 150mila euro chiede alla banca (a tasso fisso) un mutuo da 100mila euro in 25 anni, otterrà rate intorno ai 570-580 euro con tassi compresi tra 4,70% e 5%.

Basandosi sempre su questo profilo, tre motori di ricerca per mutui (mutui.it, mutuinonline.it e supermoney.eu) propongono rispettivamente due proposte di Unicredit Family Financing seguite da BNL-Bnp nel primo caso; BNL, Bnp seguito da Che Banca e ING Direct nel secondo sito; Che Banca, ING Direct e IW Bank nel terzo.

. L'offerta di mutui sia a tasso fisso che variabile a Aprile 2016 si fa molto interessante. Grazie alla discesa mese su mese dei prezzi degli immobili nelle grandi città, ma soprattutto nei piccoli centri, e grazie ai tassi praticamente prossimi allo zero oggi accendere un mutuo è estremamente conveniente. In questa analisi abbiamo analizzato le migliori offerte proposte dai principali istituti.

Fisso o variabile? Questo è l'eterno dilemma... In breve in questa particolare fase storica chi ha la possibilità di aprire un mutuo da estinguere in 10 anni quasi sicuramente la scelta del tasso variabile può essere quella più azzeccata, infatti attualmente i tassi sono molto bassi e le prospettive per i prossimi anni non fanno intravedere una loro risalita e poi grazie alla portabilità è sempre possibile, qualora i tassi aumentino, ricontrattare il mutuo con la stessa banca o con un altro istituto al fine di ottenere una proposto di nuovo vantaggiosa.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il