Federalismo fiscale: bocciato dalla commissione bicamerale. Governo Berlusconi a rischio

Pareggio in Commissione per il federalismo municipale



Parità: questo l’esito del voto sul Federalismo municipale giunto in commissione bicamerale. La votazione si è chiusa, infatti, con 15 voti a favore contro 15 voti contrari e il regolamento della bicamerale prevede che in caso di parità il parere venga respinto.

Non è chiaro a questo punto cosa possa accadere al decreto. La maggioranza ritiene che possa comunque tornare in Consiglio dei ministri per l'approvazione definitiva.

Ma la parità è esattamente quanto ci si aspettava: dopo l'incontro di stanotte, infatti, tra il premier Silvio Berlusconi, Umberto Bossi e il ministro Calderoli, la Lega aveva detto che non si sarebbe accontentata di un risultato di parità 15 a 15 tra maggioranza e opposizione, perché alcuni esponenti del partito ritengono che senza una maggioranza politica a favore del federalismo sarebbe meglio andare alle elezioni anticipate. 

Il pari annunciato in commissione, 15-15, corrisponde a una bocciatura del testo. Il regolamento della commissione, infatti, è chiaro: all'articolo 7 dichiara che ‘Le deliberazioni della Commissione sono adottate a maggioranza dei presenti, considerando presenti coloro che esprimono voto favorevole o contrario. In caso di parità di voti la proposta si intende respinta’.

 

Il segretario del Pd Pier Luigi Bersani aveva annunciato: 'Se in Commissione finisce 15 a 15 diremo che non ci sono le condizioni né politiche né giuridiche per andare avanti. Diremo a Pdl e Lega fermatevi'. Mario Baldassarri, membro di Fli in commissione bicamerale sul federalismo, ha detto “la mia valutazione non può essere positiva” e, al termine del suo intervento, ha sottolineato come “anche se durante il dibattito in commissione si sia dimostrato che è possibile trovare delle convergenze e lavorare insieme per una riforma strutturale e che duri nel tempo, il provvedimento attualmente comporta meno autonomia per i Comuni e il rischio di un aumento della pressione fiscale”.

Autore:

Marianna Quatraro

Ti è piaciuto questo articolo?






Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il
Puoi Approfondire