BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Dichiarazione dei redditi 2011: detrazioni e scadenze

Le detrazioni 2011: quali sono



Sono disponibili sul sito dell’Agenzia delle Entrate tutti i modelli relativi alla dichiarazione dei redditi 2011, con relative modalità di compilazione e novità. Innanzitutto ricordiamo che al 16 al 28 febbraio sono previsti versamenti Iva ed Enpals, Inps, Enasarco.

Entro il 16 febbraio tutti i soggetti IVA dovranno trasmettere le fatture relative ai beni consegnati e ricevuti il mese solare precedente e dovranno comunicare tutte le operazioni del mese precedente, cioè ogni operazione di cassa per la quale è stata rilasciata una ricevuta fiscale o uno scontrino.

Sempre il 16 febbraio i termini per il versamento di contributi Enpals, Ente Nazionale di Previdenza e di Assistenza per i Lavoratori dello Spettacolo, valido per tutti coloro che ne sono iscritti, e per l’ultimo versamento Inps per i contributi per la gestione separata e i versamenti previdenziali per artigiani e commercianti. Il 20 febbraio, invece, sarà la volta dell’Enasarco, Ente Nazionale di Assistenza per gli Agenti e i Rappresentanti di Commercio, mentre il 28 febbraio prevede numerose scadenze. 

Si parte dalla certificazione CUD, compensi e provvigioni per l’anno precedente, e si arriva all’invio telematico delle forniture fiscali delle tipografie autorizzate e alle denunce retributive mensili relative all’Uniemens. Entro fine mese, infine, bisognerà anche presentare, per chi ne fa uso, i dati relativi alla carta carburante riguardante le spese sostenute lo scorso anno.

Per quanto riguarda le detrazioni presenti nel modello 730 2011, nel rigo E7 dovranno essere indicati (massimo 4mila euro) gli interessi sui mutui accesi per l’acquisto di immobili adibiti ad abitazione principale, quella in cui il contribuente o i suoi familiari vivono stabilmente e la detrazione spetta se l’acquisto entro un anno dall’acquisto, se esso è avvenuto nell’anno antecedente o successivo al mutuo (6 mesi per i mutui accesi prima del 1 gennaio 2001).

Il 730 nel 2011 permetterà anche di detrarre i premi acquisiti sul lavoro, nel quadro F sezione IX, con richiesta di rimborso per le maggiori imposte pagate sulle somme erogate dai datori di lavoro (anni 2008 e 2009) dovute agli incrementi di produttività, se non è già stata applicata l’imposta sostitutiva del 10 per cento su queste somme.

Anche gli straordinari rientrano nell’imposta sostitutiva del 10% (anziché il calcolo Irpef) se riconducibili a incrementi di produttività, innovazione ed efficienza organizzativa.

Confermata la detrazione per gli acquisti di mobili, apparecchi televisivi, computer ed elettrodomestici di classe energetica non inferiore ad A+, le gevolazioni per i terremotati dell'Abruzzo, le detrazioni sulle spese per la ristrutturazione edilizia e i lavori finalizzati al risparmio energetico della casa,mentre  niente più detrazioni per le spese di auto-aggiornamento dei docenti, per l'abbonamento ai mezzi pubblici e per il bonus arredi.

La detrazione del 55% sull'Irpef e l'Ires per tutti ilavori finalizzati al risparmio energetico della casa non riguarda gli edifici in costruzione ma solo quelli già esistenti e viene ripartita in rate annuali. Gli interventi considerati sono, per esempio, la sostituzione di pareti, finestre e infissi, l'installazione di pannelli solari e la sostituzione dell'impianto di riscaldamento.

Una delle principali novità del modello 730 di quest’anno riguarda l’introduzione delle detrazioni per i premi di produttività. Nel quadro F, infatti, è stata inserita la sezione IX destinata alla richiesta di rimborso delle maggiori imposte pagate sulle somme erogate dai datori di lavoro, per incremento della produttività, negli anni 2008 e 2009, nel caso in cui su queste somme non sia stata applicata l’imposta sostitutiva del 10%.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il