BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Vodafone blocca il Voip. Non è vero risponde l'operatore

La querelle Vodafone-Skype sulle telefonate Voip



Vodafone blocca il VoIP sui servizi Mobile Internet. Skype dice che secondo la nuova normativa dell’Unione Europea sulle telecomunicazioni, il cui recepimento nelle leggi nazionali è previsto entro maggio 2011, le autorità devono proteggere le libertà di rete, compresa la possibilità per gli utenti finali di accedere ed utilizzare le applicazioni, i contenuti e i servizi a loro scelta su Internet.

“In un momento in cui la capacità delle persone di usare Internet liberamente in tutto il mondo è più importante che mai, ci aspettiamo che le autorità in Italia e a Bruxelles diano il buon esempio, e proteggano i consumatori e gli innovatori come Skype”.

Il motivo del contendere sarebbero le tariffe che l’operatore proprone e che ostacolano la telefonia su Internet e la neutralità della Rete. Vodafone viene accusata di violare la Net neutrality, perché la tariffa obbligherebbe gli utenti Voip a scegliere una tariffa a parte. Vodafone vieta di usare sotto rete 3G Skype, il client Voip per telefonare e effettuare videochat su Internet.

Per usare Skype, Viber e gli altri Voip bisogna ora abbonarsi all’opzione Mobile Internet Plus pagando 8 euro a settimana per 2 Gigabyte di dati, o è sottoscrivere altre tariffe.

Skype non ci sta ma Vodafone risponde di non aver in realtà stabilito alcun blocco ai servizi VOIP, ma deciso di offrire a tutti i clienti la possibilità di scegliere e utilizzare tali servizi sia da computer che da cellulare o smartphone.

Già da tempo, infatti, Vodafone offre ai propri clienti un'ampia scelta di offerte capaci di soddisfare le diverse esigenze di comunicazione, da quelle più evolute che includono anche servizi avanzati (quali il VoIP) a quelle più elementari, con tariffe più economiche per clienti interessati solo ad alcune tipologie di servizio. A risolvere la querelle si attende ora il pronunciamento del Garante per le telecomunicazioni.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il