BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Detrazione 55% 2011: novità

Cosa prevedono le nuove detrazioni e come ottenerle



Prorogata per un anno la detrazione fiscale del 55% per risparmio e riqualificazione energetica delle abitazioni. L’agevolazione, insieme al bonus del 36%, copre tutto il ventaglio di spese possibili per gli interventi edilizi sull'abitazione e per adeguarla all'altro bonus è stata stabilita la detraibilità in 10 anni.

Potranno beneficiare dello sconto dall’Irpef tutte le persone fisiche che possiedono un immobile a qualsiasi titolo, sia come proprietari sia come affittuari.

La detrazione è prevista per gli interventi di riqualificazione energetica, che incidono cioè sulla prestazione energetica dell’edificio realizzando una maggior efficienza e prevedono una detrazione massima di 100.000 euro; per gli interventi di isolamento termico degli edifici o parte di essi per le superfici opache verticali e orizzontali, come coperture, pavimenti e pareti, e di isolamento termico con sostituzione di finestre e infissi, per cui la detrazione massima sarà di 60.000 euro; e, infine, per la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con caldaie a condensazione, pompe di calore e impianti geotermici a bassa entalpia, e relativo sistema di distribuzione.

In questo caso la detrazione massima è di 30.000 euro. Per ottenere il bonus, bisognerà inviare all’Enea per via telematica entro 90 giorni dal termine dei lavori una copia dell'attestato di certificazione o di qualificazione energetica e la scheda informativa relativa agli interventi realizzati.

Per le spese sostenute dal primo gennaio 2009 deve anche essere inviata una comunicazione all'Agenzia delle Entrate entro 90 giorni dall'inizio dei lavori. Ricordiamo, inoltre, che la detrazione del 55% spetta anche per l'istallazione di sistemi termodinamici a concentrazione solare, limitatamente però alla produzione di energia termica e di acqua calda.

Secondo Enea, infatti, i sistemi termodinamici a concentrazione solare, che utilizzano il sole per produrre energia termica, convertibile anche in energia elettrica, sono pienamente assimilabili agli impianti solari.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il