BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Incentivi alle imprese con voucher nel decreto legge approvato oggi

Le risorse alle Pmi oggi in CdM



La riforma degli incentivi oggi in Consiglio dei ministri: si parte dal tema del ricorso a meccanismi automatici di agevolazione, con particolare riferimento all'utilizzo di procedure di fruizione dell'aiuto mediante buoni o voucher per le piccole e medie imprese.

Alle Pmi dovrà essere destinata una quota di risorse non inferiore al 50% delle risorse disponibili. A partire dal 2012 nel fondo unico per gli incentivi finiranno le risorse attualmente destinate al superamento degli squilibri economici e sociali assegnate dal Cipe per interventi statali di aiuto alle imprese e di sostegno del sistema produttivo.

Tali risorse sono destinate per l'85% alle Regioni del Mezzogiorno e per il 15% alle Regioni del Centro-Nord. Prevista anche una semplificazione delle categorie di incentivo che saranno tre: quelli automatici (credito di imposta), quelli con bando e quelli negoziali, che saranno rivolti alle grandi imprese. Semplificate anche le procedure per l'erogazione, con minori adempimenti per le imprese che chiedono l'accesso agli incentivi.

Il ddl prevede anche una diversa modalità per la deduzione dell'Irap dalle imposte dei redditi, che sarà differenziata tenendo conto del costo del lavoro. L'obiettivo è rimodulare la deduzione attraverso una delega al Governo, che possa avere anche effetto retroattivo.

La deducibilità (oggi al 10%), che resterà certamente in misura forfettaria per non complicare le modalità di calcolo dei contribuenti, sarà rimodulata considerando la diversa incidenza che i fattori produttivi, capitale e lavoro, hanno sulla determinazione della base imponibile Irap dei diversi soggetti, Si terrà, dunque, conto del tipo di attività, settore produttivo e dislocazione territoriale.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il