Evasione fiscale: il dipendente è responsabile secondo Cassazione anche se solo segue ordini capo

Se un dipendente emette fatture irregolari su ordine del capo sarà considerato colpevole di truffa aggravata



Se un dipendente emette fatture irregolari su ordine del capo sarà considerato colpevole di truffa aggravata. A stabilirlo è stata la Corte di Cassazione. Il caso ha visto protagonista un'impiegata che, su indicazione del principale, stendeva documenti falsi per coprire una serie di illeciti, da pagamenti in nero a una doppia contabilità interna dei movimenti finanziari.

Mentre i difensori dell’impiegata hanno risposto che si trattava di una mera attività di compilazione dei documenti, la Cassazione l’ha ritenuta comunque responsabile del fatto.

Secondo la difesa, la dipendente avrebbe solo svolto attività di ‘mera compilazione’ di atti che non aveva alcuna rilevanza all'esterno.

La responsabilità era, infatti, da attribuirsi interamente al datore di lavoro che avevo disposto l’operazione. La dipendente avrebbe eseguito l’incarico per timore di perdere il posto. Ma gli argomenti della difesa non hanno convinto la Corte.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini pubblicato il
Puoi Approfondire