BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Ricorsi per licenziamenti: nessun limite temporale nel 2011

Più tempo ai lavoratori per preparare ricorsi contro i licenziamenti: la nuova norma



Per tutto il 2010 non si applicherà la norma del Collegato 1 sul lavoro che fissava al 23 gennaio i nuovi termini per l'impugnazione dei licenziamenti. Ciò significa dare più tempo ai lavoratori per preparare i ricorsi contro i licenziamenti e contro i termini apposti ai contratti a tempo determinato, facendo slittare al 2012 l'entrata in vigore della norma del collegato lavoro, che inizialmente fissava al 23 gennaio la scadenza per le impugnazioni.

Questa la novità contenuta nel Milleproroghe. Si riaprono così i termini per i ricorsi del lavoro da parte dei precari. Soddisfatta la Cgil: “Un risultato molto positivo e importante”.

Il segretario confederale, Fulvio Fammoni, ha detto: “Avevamo chiesto in tutti i passaggi parlamentari l'abolizione della retroattività o perlomeno la sua non applicazione per tutto il 2011. Adesso anche il governo si è dovuto piegare, dando parere positivo all'emendamento, perché sa bene che la norma sarebbe risultata incostituzionale e perché le decine di migliaia di ricorsi presentate nei 60 giorni avevano già in gran parte vanificato la norma tagliola”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il