BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Mutui giovani prima casa 2011 agevolati con Fondo Governo

Mutui agevolati ai giovani: condizioni per ottenerli



Siete una giovane coppie e desiderate acquistare una prima casa? Sta per entrare in vigore il fondo di garanzia del Governo per l’accesso alla casa anche alle giovani coppie con contratti atipici.

Il progetto, battezzato Diritto ai giovani, comprende agevolazioni per i mutui e prevede lo stanziamento di circa 50 milioni di euro che dovrebbero facilitare l’acquisto di una casa per almeno 10mila coppie. Il piano rientra nel progetto del Ministro della Gioventù Diritto al Futuro che prevede tra gli altri anche prestiti garantiti per i giovani meritevoli, posti di lavoro a tempo indeterminato per i giovani genitori con contratti atipci e molto altro.

I fondi stanziati dal Governo permetteranno di accedere a mutui agevolati. Per ottenere parte del fondo, bisognerà acquistare un immobile che deve soddisfare alcuni requisiti, prima di tutto deve essere adibito ad abitazione principale, non deve rientrare nelle categorie catastali A1 (abitazioni signorili), A8 (ville) e A9 (castelli e palazzi) e non può essere più grande di novanta metri quadri o avere le caratteristiche di lusso.

I mutui agevolati di diritto ai giovani si rivolgono alle coppie coniugate con o senza figli o alle famiglie monogenitoriali con figli minori. La coppia o il nucleo devono essere composti da persone con meno di 35 anni, non proprietarie di altre case e con un reddito Isee complessivo inferiore ai 35mila euro. Il mutuo acceso non potrà essere, inoltre, superiore ai 200mila euro.

Nel caso di mutui a tasso variabile, il tasso massimo previsto è pari o equivalente a euribor più 150 punti base per i mutui di durata superiore a 20 anni e a euribor più 120 punti base per mutui di durata inferiore. Nel caso di mutui a tasso fisso, il tasso massimo è, invece, pari o equivalente a I.R.S. più 150 punti  base per mutui di durata superiore a venti anni ed a I.R.S. più 120 punti  base per mutui di durata inferiore.

. L'offerta di mutui sia a tasso fisso che variabile a Aprile 2016 si fa molto interessante. Grazie alla discesa mese su mese dei prezzi degli immobili nelle grandi città, ma soprattutto nei piccoli centri, e grazie ai tassi praticamente prossimi allo zero oggi accendere un mutuo è estremamente conveniente. In questa analisi abbiamo analizzato le migliori offerte proposte dai principali istituti.

Fisso o variabile? Questo è l'eterno dilemma... In breve in questa particolare fase storica chi ha la possibilità di aprire un mutuo da estinguere in 10 anni quasi sicuramente la scelta del tasso variabile può essere quella più azzeccata, infatti attualmente i tassi sono molto bassi e le prospettive per i prossimi anni non fanno intravedere una loro risalita e poi grazie alla portabilità è sempre possibile, qualora i tassi aumentino, ricontrattare il mutuo con la stessa banca o con un altro istituto al fine di ottenere una proposto di nuovo vantaggiosa.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il