BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Obbligazioni legate all'inflazione: rendimenti interessanti nel 2011 se c'è ripresa

Andamento dell'economia ed investimenti: situazioni e previsioni



Rendono oggi circa il 4,7% nella scadenza decennale i Btp agganciati al costo della vita e se l’inflazione torna a farsi sentire, sarebbe bene avere almeno un 10% del portafoglio obbligazionario dedicato ai titoli di Stato europei agganciati all’andamento dei prezzi.

I Btp offrono rendimenti lordi del 4,66% per la scadenza 2021 e del 4,8% per quella del 2023 e sono caratterizzati soprattutto dall’assicurazione di una protezione contro l'aumento dei prezzi al dettaglio, perché sia le cedole, sia il capitale vengono rivalutati tenendo conto dell'andamento dell'inflazione.

Le previsioni degli analisti concordano su un consolidamento della ripresa economica mondiale quest'anno, dopo il buon andamento del 2010 e di conseguenza di prevede anche un rialzo del costo della vita.

All’orizzonte si profila anche la possibilità che le banche centrali decidano di aumentare i tassi ufficiali. Scegliere di investire in titoli indicizzati all'inflazione potrebbe essere un'opzione vincente in questa fase, nonostante la difficile situazione egiziana potrebbe far sentire i suoi effetti negativi sul prezzo del petrolio.

Se le attese sul rialzo dei tassi d'interesse venissero confermate, le quotazioni dei titoli a cedola fissa con durata medio lunga potranno scendere e il calo sarà più importante per le scadenze più lontane. Nel caso di ribasso dei corsi, il coinvolgimento dei titoli indicizzati all'inflazione con analoga durata sarebbe inevitabile.

In generale, secondo gli esperti sarebbe bene destinare alle emissioni indicizzate all'inflazione un 10% circa dell'intero patrimonio, optando per lo più per la durata decennale, perché è in un arco temporale medio lungo che, in prospettiva di una ripresa delle economie nei prossimi anni, si manifestano risultati positivi.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il