BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Fondi pensione: rimborso finale di tutto il capitale senza rendimento vitalizio

Come riscuotere il denaro versato nei fondi pensione. Rendimento e costi



‘Avventurarsi’ nei meandri dei fondi pensione, significa poter assicurarsi una pensione futura capace di garantire a chi lo stipula una rendita che gli permetterà di mantenere un buon tenore di vita anche nel mondo in cui la sua attività lavorativa cesserà.

C’è chi, poi, decide di ‘riscuotere’ ciò che ha versato nel suo fondo pensione in maniera completa riprendendosi tutto il capitale e chi sceglie il rendimento vitalizio. Esistono, tuttavia, diversi modi di usare un fondo pensione proprio come strumento di risparmio gestito e con costi bassi.

La norma che permette di incassare tutto in forma di capitale prevede che in caso la rendita derivante dal 70% del montante finale, sia inferiore alla metà dell'assegno sociale, l'iscritto al fondo pensione può incassare tutto in forma di capitale.

Una norma introdotta anche per evitare di distribuire mini pensioni. Si può riscuotere ciò che si è accumulato nel fondo pensione per anticipazioni per l'acquisto o la ristrutturazione della prima casa, propria o dei figli, per spese mediche o per altri motivi.

Nei primi due casi si può ottenere fino al 70% del montante accumulato mentre nell'ultimo caso fino al 30%. Basta solo aver versato per otto anni soldi ad una forma complementare.  C’è poi un altro modo, e cioè scegliere una rendita controassicurata, una prestazione che, in caso di decesso del pensionato, prevede il versamento ai suoi beneficiari o eredi, del montante accumulato non versato fino a quel momento in forma di rendita. Prima di scegliere questa, o qualunque, strada, occorre tuttavia prestare sempre attenzione ad eventuali condizioni e costi.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il