BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Graduatorie supplenti scuola congelate per 2 anni

Graduatorie congelate per due anni: la situazione dei supplenti scolastici



Se la Consulta qualche giorno fa ha dichiarato illegittimo il provvedimento secondo cui coloro che si trovavano in graduatoria in una certa provincia non potevano spostarsi col proprio punteggio in un'altra provincia, con inserimento ‘a pettine’, perché contro il principio di uguaglianza tra i cittadini italiani, provvedimento voluto dalla Lega Nord, ora la stessa Lega ha fatto approvare un emendamento al decreto Milleproroghe che congela le graduatorie.

E’ stato, cioè, approvato al Senato, in Commissione Affari e Bilancio, un emendamento al decreto ‘Milleproroghe’ che proroga le graduatorie provinciali fino al 31 agosto 2012, per consentire la definizione della nuova normativa sul reclutamento.

Il secondo comma dell’emendamento sostiene che, a decorrere dall’a.s. 2011-2012, ‘l’inserimento nella prima fascia delle graduatorie di istituto è consentito esclusivamente a coloro che sono inseriti nelle graduatorie ad esaurimento della provincia in cui ha sede l’istituzione scolastica’.

Ciò significa che i supplenti potranno provenire solo dalla provincia in cui ha sede la scuola. “L'emendamento della Lega Nord al milleproroghe, dice Mimmo Pantaleo, segretario della Flc Cgil, approvato dalla commissione Bilancio, sul blocco delle graduatorie e l'impossibilità d'iscriversi nelle graduatorie d'istituto, in una provincia diversa da quella della permanente è un atto razzista: non si può giustificare quell'emendamento con la necessità di nuove norme sul reclutamento”.

Il meccanismo funziona in questo modo: se c'è una supplenza o un posto per le immissioni in ruolo in provincia di Milano, prima si scorre la graduatoria dei "locali" ed, esaurita questa, si ricorre alle graduatorie di coda. Il ministero, dal canto suo, promette di adottare i provvedimenti necessari per garantire l'ordinario funzionamento della scuola e offrire maggiori possibilità di impiego ai docenti.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il