BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Le professioni più richieste: giardinieri, cuochi e muratori. Con specializzazioni

Quali sono le figure professionali pi+ ricercate. Classifica



Giardinieri, cuochi e muratori ed altre tutte ‘manueli’: sono queste le figure professionali oggi più richieste. Se prima però chi decideva di fare lavori manuali non aveva necessariamente bisogno di titoli di studi o atti che comunque certificassero le loro competenze, ora la situazione cambia e tra loro troviamo anche tanti, tantissimi laureati.

Nella top ten delle professioni del futuro figurano cuochi e camerieri, ma compaiono anche vigilantes, camionisti, giardinieri, infermieri. Sale la posizione delle badanti.

Secondo uno studio condotto in America, da qui al 2018 l'economia americana creerà oltre un milione di nuovi posti di lavoro all'anno. Se la crescita del made in Usa è risultato degli impieghi nei settori industriali hi-tech come la chimica e le macchine utensili, oggi quei settori tecnologici che assumono i laureati nelle cosiddette facoltà STIM (Scienze, Tecnologie, Ingegneria, Matematica) hanno 4,8 milioni di addetti mentre i titolari di quelle lauree sono 15,7 milioni. I due terzi però devono cercarsi un posto altrove e così cresce così il fenomeno della sovra-qualificazione.

Oggi sono laureati il 17% dei baristi, il 32% delle massaggiatrici, il 26% delle indossatrici e il gap tra formazione universitaria e attività lavorativa crescerà ancora in futuro e si stima che da oggi al 2018 entreranno a far parte del mondo economico solo 300.000 ingegneri di software, mentre saranno 500.000 i baristi.

L'economia americana assorbirà il 18% in più di giardinieri, e circa 825.651 badanti, mentre la crescita delle vendite su Internet procurerà lavoro a 1,8 milioni di camionisti. Due milioni e settecentomila in più saranno gli addetti al telemarketing.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il