BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Inchieste a Roma su Berlusconi, feste e ragazze: intercettazioni e nuovi nomi

Nuovo filone di inchiesta sul caso Ruby. Intercettazioni



Non solo l’inchiesta milanese. E’ spuntata poi quella napoletana ed oggi ecco arrivarne anche una romana. A parlarne approfonditamente sarà proprio oggi il Corriere della Sera. Le nuove carte riguarderebbero le serate organizzate a palazzo Grazioli e al castello di Tor Crescenza, dove Silvio Berlusconi ha trascorso la scorsa estate.

Tra i nuovi nomi spuntati compauono quelli di Barbara Guerra e Miriam Loddo. Il procuratore di Milano Edmondo Bruti Liberati avrebbe deciso di trasmettere ai colleghi della capitale la parte del fascicolo che riguarda tali incontri. Le novità emerse dagli accertamenti milanesi, e prima ancora a Bari quando ci fu lo scandalo che coinvolse Tarantini e la D’Addario, permetterebbero di individuare le persone che portavano le ragazze alle feste del premier.

Le notizie sul filone romano si rintracciano nelle conversazioni tra le ragazze e soprattutto per i preparativi. La parlamentare del Pdl Maria Rosaria Rossi si sarebbe vantata diverse volte di aver organizzato cene nel castello affittato dal presidente del Consiglio ed è possibile che il suo nome sia nei nuovi atti, anche perché alcuni suoi colloqui con il direttore del Tg4 Emilio Fede erano stati intercettati e allegati agli inviti a comparire notificati al premier e alla consigliera regionale Nicole Minetti, accusata di essere una reclutatrice insieme a Fede e a Lele Mora.

Maria Rosaria Rossi il 24 agosto scorso parla con Emilio Fede che le annuncia il suo arrivo a Villa San Martino e dicono Rossi: “vieni, vieni. Chi c'è? Niente poche persone...” Fede: “ecco no perché c'ho due mie amiche”. Rossi: “ah che palle che sei, due amiche, quindi bunga bunga, due de mattina, io ve saluto eh?!”. Fede: “no tesoro, posso non portarle, eh?! Chi c'è?”. Rossi: “ma scherzo, ma stai scherzando? No, c'è una delle gemelline... Manuela, e un'altra, sono tre persone, aspetta però, dimmi quanti sei tu e altre due? Siete tre?”. Fede: “sì”. Rossi: “allora avverto la cucina dai, non c'è Roberta se era quello che mi chiedevi”.

Dalle nuove intercettazioni, sembrerebbe quasi che le ragazze che frequentano Arcore siano quasi invidiose per quanto avviene nella capitale. Il 23 settembre 2010 Minetti e Barbara Faggioli parlando del premier dicono Faggioli “facendo i conti tra quello che ha dato... col bene che gli voglio, perché lo sai che l'adoro... alla Marysthelle, alla Fico... a questa e a quell'altra...”

Minetti “perché te dici anche alla Raffi?” Faggioli: “Raffi sicuramente sì dai. Stando a Roma lei lo vedeva anche a Roma, lo sai che fanno queste cene due o tre volte alla settimana, ultimo periodo un pò di meno, ma prima sì... lo so perché mi chiamavano, poi me l'ha detto anche Raffi stessa”.

Minetti: “ma dai?” Faggioli: “certo! Io mi sono un poòavvicinata a lei per capire anche i giri di Roma, eh?” Minetti: “e cosa ha detto, due o tre volte la settimana?” Faggioli: “bè, che a volte lo vedeva anche due o tre volte, è capitato che non l'ha visto anche per un mese. Poi parlando anche con Cinzia no? Cinzia mi ha detto che si vedevano spesso, che soprattutto vedeva Valeria e Raffa... quindi anche se lui e lei dicono che no, è sì. Lui ha sempre avuto questo vizio qua di dire, no, non vedo nessuno non frequento nessuno al di fuori di voi no?... E invece non è così perché lui non riesce cioè, io poi lo conosco da anni, lui non riesce a stare da solo”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il