BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Premi e bonus stipendi 2011: nuove regole tassazione

Le nuove regole di tassazione su premi di retribuzioni



L’Agenzia delle Entrate ha comunicato cambiamenti per quanto riguarda le regole per la detassazione della retribuzione di risultato, vincolata ora ad accordi collettivi, territoriali o aziendali. In base alle novità, gli incrementi di produttività fino a 6000 euro del settore privato saranno sottoposti a tassazione agevolata del 10% se erogati in base ad accordi o contratti esclusivamente collettivi territoriali o aziendali, non necessariamente scritti, secondo il principio generale di libertà di azione sindacale previsto dall’articolo 39 della Costituzione.

In quest’ultimo caso, basta una dichiarazione del datore di lavoro nel Cud sulla la correlazione delle somme ad incrementi di produttività, qualità, redditività, innovazione, efficienza organizzativa e che queste siano state erogate in attuazione di quanto previsto da uno specifico accordo o contratto collettivo territoriale o aziendale della cui esistenza il datore di lavoro dovrà fornire prova su richiesta.

Possono accedere al beneficio solo le quote di reddito che, oltre a essere collegate a incrementi di produttività, hanno la propria fonte in un accordo collettivo di secondo livello, cioè un contratto aziendale o territoriale.

La circolare elenca anche i principali istituti retributivi che per l’applicazione della misura. In base ad essi, è detassabile tutta la retribuzione relativa al lavoro straordinario (la quota di retribuzione ordinaria e la maggiorazione spettante per le ore straordinarie, il compenso pagato per il lavoro supplementare reso oltre l'orario part time, le somme pagate per il lavoro notturno (sia il compenso per il lavoro notturno, sia la maggiorazione dovuta nei casi in cui il lavoro ordinario venga svolto di notte), quelle per il lavoro festivo e le maggiorazioni erogate per il lavoro su turni stabili.

Per quanto riguarda i lavoratori somministrati presso la pubblica amministrazione, si continuerà ad applicare la tassazione sostitutiva perchè questi lavoratori sono dipendenti di un soggetto privato, l'agenzia per il Lavoro.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il