BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Rivolta in Libia, Tunisia, Egitto, Yemen, Algeria: la situazione

La situazione in Medio Oriente



Dalla Tunisia, come un effetto molla inarrestabile, le proteste violente contro i regimi, si stanno espandendo in Medio Oriente a macchia d’olio. Dopo la rivolta in Tunisia, i giorni di violenze in Egitto, che alla fine hanno visto cadere dopo 30 anni il regime di Mubarak, dopo l’Algeria, lo Yemen e l’Iran, ora la rivolta sanguinosa è arrivata in Libia.

E’ scoppiata la guerra civile, si parla di migliaia di morti, Gheddafi, in un video diffuso ieri in cui diceva di essere ancora nel Paese e non in Venezuela come molte voci avevano sostenuto, ha detto che vi rimarrà fino alla morte, ma che bisogna dare unp stop alle violenze.

Ma le proteste non sembrano fermarsi. La domanda che spesso ci si pone è come mai solo in qualche settimana si è diffuso il coraggio di ribellarsi a regimi che da anni hanno tenuto sotto scacco tutte queste popolazioni.

Tutto è iniziato in Algeria e Tunisia con quella che ai primi di gennaio è stata ribattezzata la rivolta del couscous: i prezzi delle materie prime alimentari sui mercati internazionali aveva reso improvvisamente più acuta la crisi dei due paesi nordafricani, ma nessuno avrebbe potuto immaginare un effetto domino tale da mettere in crisi alcuni tra i regimi più solidi del mondo arabo, da quello del tunisino Ben Ali a quello del rais egiziano Mubarak.

La rivolta corre su web e tv che diffondono video che testimoniano le situazioni drammatiche in cui versano questi popoli ed ora gli occhi sono particolarmente puntati sulla Libia, teatro in queste ore di grandi tragedie.

Qui, infatti, in pochissimi giorni la situazione è diventata incontrollabile: i sono stati violenti scontri tra manifestanti antigovernativi e gruppi che sostengono il rais, il regime ha deciso di applicare la massima brutalità per stroncare la rivolta, le città principali sono sprofondate nel caos, migliaia di persone occupano la Piazza Verde di Tripoli e i palazzi del potere sono in fiamme.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il