BusinessOnline - Il portale per i decision maker








iPad 2 a confronto con il primo iPad: caratteristiche, dimensioni, prezzi

iPad 1 e 2 a confronto. Cosa cambia



E’ stato presentato ieri sera durante l’evento appositamente organizzato a San Francisco e ancora una volta dall’immancabile Steve Jobs (che molti avevano invece dato per assente a causa della sue condizioni di salute) il nuovo iPad 2.

Ciò che immediatamente risalta rispetto alla prima versione della tavoletta ‘magica e rivoluzionaria’ della casa della Mela sono le dimensioni. Il nuovo iPad è, infatti, più leggero, più sottile, con uno spessore di soli 8,8 mm, più piccolo addirittura dell’iPhone 4, ha un display molto più brillante e luminoso, ma non monta il Retina Display come il fratello maggiore.

Le dimensioni del display sono le medesime (9,7 pollici, tecnologia IPS e risoluzione 1024 x 768 a 132 ppi), ma il peso è differente. La nuova versione, infatti, pesa nella configurazione Wi-Fi+3G 613 grammi, contro i 730 grammi dell’iPad 1.

L’iPad 2 presenta, inoltre, una doppia fotocamera, cosa che nel modello precedente mancava, capace di effettuare videochiamate e di assicurare un’ottima qualità e fluidità delle immagini sullo schermo. Le fotocamere saranno una posteriore con zoom digitale da 5x, capace di registrare video in risoluzione HD, e una anteriore VGA per utilizzare per le videochiamate grazie a Facetime. Sull’iPad 1, invece, la fotocamera si acquistava separatamente.

Oltre che essere disponibile nella classica versione nera, l’iPad2 arriverà sul mercato anche in veste bianca e la novità più importante rispetto al modello precedente sarà la velocità e la sua potenza.

Entrambe, infatti, saranno aumentate grazie al processore A5 dual core ad 1 GHz e una GPU grafica più performante e fino a 9 volte superiore alla precedente. I prezzi sono più o meno in linea con quelli del modello precedente e oscillano dai 499 euro della versione da 16 GB ai 729 della versione da 32 GB agli 829 per la versione da 64 GB con modulo 3G integrato.

Autore:

Marianna Quatraro

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il