BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Decreto energie rinnovabili 2011 è legge ufficiale: novità e cambio parametri incentivi. Le date

Via libera al nuovo decreto legislativo sulle energie rinnovabili: cosa prevede



Via libera dal Consiglio dei Ministri al nuovo decreto legislativo sulle energie rinnovabili. Il provvedimento mira a rimodulare le soglie e gli incentivi a scalare. Attualmente scompare il tetto degli 8.000 Mw agli aiuti al fotovoltaico.

Il testo è composto da 43 articoli, divisi in nove titoli, e di quattro allegati tecnici e prevede un successivo decreto, che sarà emanato a giugno, di concerto tra il ministro dello Sviluppo economico e il ministro dell’Ambiente, che dovrà fissare nuovi parametri degli incentivi e una revisione delle quote delle varie fonti rinnovabili per giungere agli obiettivi comunitari.

Partirà, dunque, da giugno il nuovo regime di incentivi. Le disposizioni attualmente in vigore, infatti, si applicano alla produzione di energia elettrica da impianti solari fotovoltaici per i quali l’allacciamento alla rete elettrica abbia luogo entro il 31 maggio 2011.

Per il nuovo periodo dovrà essere determinata la previsione della produzione di rinnovabili e l’entità degli incentivi sulla base del mercato. Per quanto riguarda i terreni agricoli, il decreto fissa il limite 1 MW di produzione di energia fotovoltaica per azienda e sarà possibile utilizzare per gli impianti di produzione non più del 10% del terreno coltivabile.

Critica Legambiente: “L'introduzione di tetti annuali alla potenza incentivabile rende il quadro per chi deve tirare fuori i soldi di massima incertezza, scoraggiando gli investimenti. Si rischia un gravissimo stop del settore già nel 2011, mentre gli aspetti positivi contenuti nel decreto non sono certo frutto dell'iniziativa del governo ma il semplice recepimento degli obblighi imposti da Bruxelles”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il