BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Novità Audi al Salone di Ginevra 2011: modelli, motori, caratteristiche, video

Le proposte Audi a Ginevra 2011



Ha aperto i battenti il Salone di Ginevra 2011 e fra le belle sorprese che vedremo ci saranno le novità firmate Audi. Si parte dalla nuova Audi RS3 Sportback, forse la novità più affascinante dello stand a Ginevra, dotata di un motore 2.5 turbo a cinque cilindri con potenza di 340 cv e coppia di 450 Nm e dai consumi sono contenuti (9,1 litri per 100 km).

L’altra proposta si chiama Audi Q5 Hybrid quattro, in vendita già dalla fine dell’anno, è il primo modello ibrido di serie prodotto dalla Casa automobilistica. I sue due propulsori, il 2.0 TFSi e il motore elettrico garantiscono una potenza complessiva di 245 cv e una coppia massima di 480 Nm, prestazioni che però assicurano consumi da TDi, inferiori ai 6,9 litri per 100 km.

L’altro modello atteso è l’A8L Security, definita auto speciale che, pur rispettando le normative per i mezzi civili, è dotata di una possente blindatura abbinata a molti accorgimenti per la sicurezza e monta un motore W12.

Ma la regina della kermesse automobilistica di Ginevra quest’anno è senza dubbio A3 concept: berlina tre volumi quattro posti lunga 4,44 m, larga 1,84 m, alta solo 1,39 m:, dallo spiccato carattere dinamico e dallo stile univoche si distingue per la calandra single-frame, il telaio in fibra di carbonio rinforzata (CFRP), lamelle in alluminio tridimensionali trasversali che accentuano visivamente la larghezza dell'auto, e i nuovi fari LED particolari. Molto spazioso, comodo e confortevole l’abitacolo.

La A3 concept monta un motore 5 cilindri, che coniuga le tecnologie Audi della sovralimentazione Turbo e dell'iniezione diretta di benzina FSI, capace di sviluppare 408 Cv di potenza (300 kW) e una coppia massima di 500 Nm.

La A3 concept scatta da 0 a 100 km/h in 4,1 secondi e raggiunge una velocità massima, limitata elettronicamente, di 250 km/h. Il cambio è un compatto S tronic a 7 rapporti, formato da due cambi parziali azionati da due frizioni.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il