BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Finanziamenti: tassi di interessi più alti a marzo 2011

Salgono le spese per imprese e famiglie: i dati Bankitalia



Prezzi e tassi più alti per i prestiti alle famiglie e mutui: l’ultimo bollettino Moneta e Banche di Banca d'Italia fotografa una situazione piuttosto chiara: i tassi sul credito al consumo sono saliti di quasi mezzo punto da dicembre (dall’8,33% all’8,78%); per i mutui si è passati dal 3,18% di fine 2010 al 3,36% di inizio 2011 (il livello più alto da dicembre 2009), lievemente in calo, dallo 0,36 allo 0,35%, gli interessi riconosciuti sui conti correnti.

A gennaio, sono aumentati i prestiti bancari richiesti dalle famiglie (+5%) ma sono diminuiti i soldi sui conti corrente: il calo su base annua dei depositi dell’intero settore privati, che include anche le famiglie, è stato infatti dell’1,7%.

Ciò che, inoltre, emerge è un aumento dei tassi d'interesse medi su mutui e prestiti e una limatura degli interessi riconosciuti sui conti correnti (dallo 0,36 allo 0,35%).

Sono poi aumentati i prestiti alle imprese e a gennaio 2011 si è registrato un aumento del 4,8% rispetto al 3,6% di dicembre. Il tasso di crescita sui 12 mesi dei prestiti alle società non finanziarie è salito del 4,2% dal 2% del mese presedente, mentre è rimasto invariato al 5% l'analogo tasso di crescita per il credito alle famiglie.

I migliori Prestiti personali senza busta paga e finanziamenti DICEMBRE 2016. In questo articolo proponiamo i migliori finanziamenti senza bisogno di presentare la busta paga e senza garanzie, ma anche prestiti personali, finanziamenti per attività e liberi professionisti con bassi tassi d'interesse.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il