BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Museo dell'auto a Torino: la storia diventa spettacolo

Sarà inaugurato dal presidente Napolitano il nuovo Museo dell'Auto. Cos'è cambiato



Il prossimo 19 marzo sarà inaugurato dal presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, promette di coniugare storia modernità e cultura, e si preannuncia come bellissimo. Si tratta del Museo Nazionale dell'Automobile di Torino che finalmente riapre le sue porte dopo opere di ristrutturazioni durate per ben quattro anni e che hanno richiesto un investimento di 33 milioni di euro.

Il presidente Napolitano battezzerà, dunque, la riapertura delle sale espositive del ‘Carlo Biscaretti Di Ruffia’. Dal punto di vista architettonico, l’edificio ha visto l'allestimento di una grande piazza antistante il museo dove saranno organizzati eventi, la realizzazione di una corte vetrata, la ristrutturazione della biblioteca e dell’auditorium, trasformato in moderno centro congressi collegato al ristorante con terrazza, e la ristrutturazione del garage interrato che ospiterà l'officina di restauro.

Il nuovo museo metterà in mostra le auto della collezione con una serie di effetti speciali che renderanno l'esposizione emozionante. Il Museo Nazionale dell’Auto di Torino ospiterà la collezione composta da circa 200 automobili di 85 marche provenienti da otto paesi del mondo all'interno di un percorso espositivo caratterizzato da nuove scenografie e nuovi spazi.

La visita parte dal secondo piano dell'edificio, dedicato al tema L'automobile e il Novecento, con funzioni didattiche e informative, prosegue al primo piano, con L'uomo e l'automobile, dove scoprire gli aspetti sociali e ambientali legati all'espansione della mobilità automobilistica, e termina con L'automobile e il design.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il