BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Registrazione e comunicazione pagamenti sopra i 3600 euro solo se in contanti: cambia legge

Nuovo alleggerimento per i soggetti Iva: cosa cambia?



Il fisco prevede un alleggerimento per i soggetti Iva che dovranno fornire all'agenzia delle Entrate i dati dei loro clienti per transazioni superiori ai 3.600 euro se in contanti. L'attenzione si sposterebbe così sulle transazioni in contanti, evitando di appesantire il lavoro di commercianti e uffici tributari con dati-fotocopia e registrazioni doppie.

Questa nuova possibilità è stata comunicata dal direttore delle Entrate Attilio Befera che ha spiegato: “Stiamo valutando di escludere la comunicazione dei dati fiscali per chi effettua gli acquisti con carte di credito e di debito che sono già tracciate, quindi conservando l'obbligo solo per chi paga in contanti”.

L’alleggerimento delle comunicazioni per i contribuenti potrebbe avvenire attraverso una modifica normativa che l'Agenzia intende proporre, anche tenendo conto del fatto che queste operazioni rappresentano il 4,5% del totale e a questo proposito già a Telefisco 2011 il direttore dell'Agenzia aveva detto che l'obbligo di tracciare le spese alla fine avrebbe finito per aggiungere a quanto già dichiarato dal fisco soltanto le transazioni in contanti. Gli acquisti dei consumatori saranno registrati dal prossimo mese di maggio solo in caso di acquisti superiori ai 3.600 euro (compresivi di Iva).

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il