Il fondatore di Napster potrebbe comprare Warner Music: la vendetta del P2p

Il fondatore di Napster pronto ad acquistare la Warner Music



Il fondatore di Napster pronto ad acquistare la Warner Music. Sembra proprio che Sean Parker abbia, secondo l’autorevole Wall Street Journal, avanzato un'offerta per acquistare la casa discografica Warner Music.

E c'è chi già parla di sweet revenge, dolce rivincita, se Parker portasse termine la major Usa del disco. Nel 1999, con Napster, il programma di file sharing che diede la possibilità di scaricare brani musicali gratis, Parker contribuì a distruggere l’industria discografica. Ma nel 2001 un giudice ordinò ai server di chiudere l'attività a causa della ripetuta violazione di copyright.

Ma ora Parker sarebbe pronto ad acquistare la Warner. Il motivo? Parker ha una quota in Spotify, il software di musica digitale in streaming che negli Usa non è riuscito ancora ad accordarsi con Universal Music Group e la Warner, per cui acquistando la Warner, Parker risolverebbe il problema.

Inoltre, saprebbe di odore di rivincita per lui che dieci anni fa, quando era una giovane promessa dell'informatica, costruì con un amico, Shawn Fanning, una archivio online dove gli utenti potevano condividere e scaricare brani musicali senza pagare nulla. Era Napster, un software con architettura peer to peer.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini pubblicato il