BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Musica su cellulare: business da 160 mln di utenti

I servizi di streaming musicale esploderanno entro cinque anni. Le previsioni



Gli utenti sono milioni, il giro d’affari vale miliardi e gli anni del vero boom devono ancora arrivare. Stiamo parando dei servizi che riescono a portare la musica sul cellulare, vero e proprio intrattenimento del mondo di oggi.

I servizi di musica a pagamento fruibili da smartphone in streaming, e cioè la possibilità di riprodurre brani residenti nella cloud direttamente dal proprio telefonino, cresceranno notevolmente fino al 2016, quando i consumatori a livello mondiale, secondo le stime, saranno oltre 160 milioni.

La previsione arriva dalla società di ricerca specializzata Abi Research, che ha stimato essere di circa 5,9 milioni il numero di utenti di questi servizi alla fine di quest'anno. Abi ritiene dunque che i servizi di streaming musicale esploderanno in tutto il mondo entro cinque anni, sopratutto grazie al traino della telefonia mobile e che entro il 2016 saranno 161 milioni con un tasso di crescita annuale del 95%.

Il boom di musica in streaming su cellulari sarà dettato anche dal numero sempre crescente di possessori di smartphone dotati di connettività Internet. Per quanto riguarda poi i provider dei servizi di musica in streaming, Abi ha sottolineato come realtà già affermate come Rhapsody e Spotify beneficeranno ulteriormente della crescita di domanda da parte degli utenti mobili, mentre molta curiosità suscita il futuro di Apple in questo segmento, oggi dominatrice assoluta nel campo dei brani in formato digitale da scaricare a pagamento dal suo iTunes e considerando che si sta parlando della società di Cupertino non si possono fare previsioni sui suoi piani, perché è sempre in grado di stupire la sua platea.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il