BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Processo Berlusconi per Ruby:voto in parlamento per autorizzazione a procedere.Risposta pm milanesi

E' scontro sul processo Ruby. La situazione



Via libera della Giunta alla richiesta della maggioranza di sollevare un conflitto di attribuzioni nei confronti dell'autorità giudiziaria di Milano che ha rinviato a giudizio Silvio Berlusconi per il caso Ruby. Il parere della maggioranza è stato approvato con 11 voti favorevoli, 10 invece i contrari.

I pm di Milano che accusano il premier di concussione e prostituzione minorile hanno già fatto sapere che il processo a suo carico non si fermerebbe nemmeno se la questione del conflitto di attribuzione tra poteri dello Stato, su cui la giunta della Camera oggi ha espresso parere favorevole, arrivasse davanti alla Corte Costituzionale, dopo il voto di Montecitorio.

I capigruppo del centrodestra alla Camera hanno chiesto di sollevare un conflitto con i pm e il gup di Milano, secondo i quali il reato di concussione contestato a Berlusconi non è di natura ministeriale, per cui l'inchiesta non doveva essere sottratta alla procura per essere affidato al tribunale dei ministri. Il centrodestra ritiene invece che la concussione in questione fosse un presunto reato ministeriale e vuole che la Camera chieda alla Consulta di confermarlo.

Se così fosse, il processo sarebbe azzerato e l'inchiesta ripartirebbe davanti al tribunale dei ministri, mentre la Camera potrebbe negare l'autorizzazione a procedere e chiudere il procedimento. Il processo con rito immediato contro Berlusconi per concussione e prostituzione minorile si aprirà al tribunale di Milano il 6 aprile.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il