BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Processo a Berlusconi per Ruby 6 aprile 2011: tv mondiali chiedono il permesso di stare in aula.

Show in aula: le tv del mondo premono per assistere al processo sul caso Ruby



Dopo il debutto al cinema del docu-film ‘Silvio Forever’ sembra andare in scena un nuovo ‘spettacolo’ che vedrà protagonista ancora una volta il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi. Si apre il prossimo 6 aprile il processo sul caso Ruby che vede imputato il premier per concussione e prostituzione minorile e le telecamere di tutto il mondo vogliono essere presenti ‘all’evento’.

Dalla Bbc ad Al Jazeera ai grandi network americani, gli inviati di tutto il mondo scalpitano per poter raccontare il grande processo dell'anno. E’ una corsa alla notizia che tiene in ansia il premier quanto l’intero popolo italiano, che teme il giudizio del mondo.

Il collegio presieduto da Giulia Turri, ha tuttavia stabilito che saranno ammessi solo gli operatori Rai. Saxa Rubra avrà l'esclusiva e tutti i canali interessati dovranno rivolgersi a Masi per avere i video del dibattimento. La richiesta di riprendere il Rubygate, verrà presa ufficialmente solo dopo aver sentito il parere di accusa e difesa.

Il premier è convinto che “in altri paesi questa storia sarebbe stata chiusa alla prima udienza, invece a Milano andranno avanti per mesi per ottenere un processo e una condanna mediatica. Sarà lo sputtanamento dell'Italia”, ma i cittadini italiani sono convinti che in altri Paesi non si sarebbe arrivati a questo punto perché il premier coinvolto in affari poco ‘rispettosi’ del suo ruolo pubblico si sarebbe immediatamente dimesso senza dare adito al crearsi di certe situazioni.

Un ministro del Pdl che il motivo che tiene il governo con il fiato sospeso è che ci saranno tre donne magistrato, che appariranno come tre integerrime servitrici dello Stato da una parte, mentre dall'altra “sfileranno trentatre Iris, Aris e Maristelle a raccontare cosa fanno nella vita. Un disastro”.

Probabilmente al via al processo, il premier Berlusconi sarà a Deauville, in Francia, per il G8 di fine maggio ed ecco il punto chiave del rischio di una figuraccia internazionale.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il