BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pacchi in ritardo da Poste italiane: rimborso e risarcimento danni con nuove regole 2011

Novità rimborsi da Poste Italiane: la nuova sentenza della Corte



La Corte Costituzionale, cancellando un vecchio privilegio di Poste italiane, ha stabilito che chi riceverà consegne fuori termine avrà diritto al risarcimento dei danni oltre che al rimborso delle spese di invio.

A stabilirlo è stata una recente sentenza promulgata a carico di Poste Italiane, che rafforza la tutela dei consumatori dichiarando l’illegittimità costituzionale della norma che stabiliva l’irresponsabilità di Poste italiane in caso di recapito non tempestivo.

La novità è stata annunciata in seguito al caso di una società che aveva chiesto i danni per non aver potuto partecipare ad una gara d’appalto per alcuni lavori di depurazione, poiché il pacco con la domanda di partecipazione era stato recapitato a Reggio Calabria invece che a Reggio Emilia.

Il tribunale di Napoli cui si era rivolta le aveva però solo concesso il rimborso delle spese di spedizione, perché Poste Italiane grazie a una norma del vecchio codice postale era esonerata da ogni responsabilità in caso di ritardo nella consegna, nonostante il cliente abbia subito un danno, anche notevole.

Ora la Corte Costituzionale ha eliminato il vecchio privilegio e stabilito che chiunque subisca un pregiudizio dal ritardo nella consegna della posta potrà chiedere al giudice anche il risarcimento del danno, oltre che il rimborso dei costi di spedizione.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il