BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Le regioni in Italia più tecnologiche a livello aziendale: indagine Ibm, Politecnico e Bocconi

Emilia Romagna sul podio: la classifica delle regioni italiane più tecnologiche



Due istituzioni di ricerca, la School of management del Politecnico di Milano e la Sda Bocconi, in collaborazione con Ibm, hanno messo a punto un Indice di Modernità che si basa su tre parametri, il tasso di utilizzo di Ict, la maturità dell’offerta di Ict e la readiness (preparazione) Ict del territorio e sulla base di questi parametri hanno stilato una classifica delle regioni più tecnologiche a livello aziendale in Italia.

Il podio spetta all’Emilia Romagna mentre il Veneto risulta tra le prime 5 regioni nel primo e secondo parametro mentre resta fuori nel terzo. Raffaello Balocco del Politecnico che con Paolo Pasini (Sda Bocconi) ha condotto l’indagine ha spiegato che “E’ vero che il Veneto in media è nella parte alta delle classifiche ma la media italiana è di per sé bassa, troppo bassa.

Non mancano casi aziendali di successo per capacità di leggere la modernità, ma da un territorio così predisposto all’imprenditorialità e al rischio ci si deve attendere di più”. 

Il piccolo imprenditore in Veneto più che altrove in precedenza era un operaio e quindi si porta dietro una visione manuale/materiale dell’innovazione, non ha saputo portarsi in azienda figure professionali diverse dalla sua e non è riuscito a sviluppare relazioni con la consulenza esterna.

Il professor Balocco sostiene che “Spesso i servizi tecnologici sono veicolati nei distretti produttivi da altrettante aziende di piccole dimensioni più preoccupate di vendere apparati, di muovere il fatturato che impegnati nel creare una vera empatia con il mercato”.

Sarebbe, dunque, necessario che gli imprenditori si orientino a trasformarsi in piccoli consulenti che cooperano con il cliente nella ricerca delle soluzioni giuste. Per rendere più solido da punto di vista tecnologico il terziario nordestino, sarà necessario far crescere la cultura manifatturiera, realizzare un incontro tra produzione e professioni e dar vita ad un diverso rapporto delle Pmi con la tecnologia.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il