BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Regime dei minimi: controllo evasione fiscale al via nel 2011

Anche il regime dei minimi nel mirino del fisco.



Anche il regime dei minimi nel mirino del fisco. A scatenare controlli a tappeto è stato boom dei minimi registrato dai dati sulle dichiarazioni dei redditi 2010 relative al periodo d'imposta 2009 per entrare in un regime fiscale più conveniente.

Niente Iva, Irap e Studi di Settore, solo un’imposta sostitutiva del 20% sul reddito: queste le convenienze del regime dei minimi, che prevede appunto la sostituzione di Iva, Irap e Irpef con un’aliquota al 20%.

I contribuenti minimi sono coloro che nell’anno precedente hanno conseguito compensi non superiori ai 30 euro, non hanno effettuato cessioni all’esportatore, servizi internazionali e non hanno avuto dipendenti o collaboratori.

Nel 2009 i soggetti che hanno scelto il regime dei minimi sono stati 627.322, in forte crescita rispetto all'anno precedente (+ 23,8%).

Per questo motivo l’allerta del fisco che ha deciso di valutare quanto la scelta di questo regime sia stata effettuata per ricavarne soltanto vantaggi fiscali. E sono partite le verifiche di situazioni considerate a rischio evasione.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il