BusinessOnline - Il portale per i decision maker


730 2011 detrazioni asili nido, scuola, assicurazioni, fondi pensione e agevolazioni 55%

Le detrazioni previste dal nuovo 730



Tutto pronto per la dichiarazione dei redditi 2011 che si presenta tramite modello 730 rivolto alle persone fisiche. Disponibile sul sito dell’Agenzia delle Entrate, si compone di quattro parti: la prima è riservata ai dati da dichiarare, la seconda riguarda la scelta per l’8per mille o 5 per mille, la terza parte (730-3) riguarda la ricevuta a seguito della presentazione del modello 730 2011 compilato al sostituto d’imposta (es. datore di lavoro) o al Caf o al professionista abilitato.

Tra i dati da dichiarare abbiamo l’introduzione di importanti novità che permettono il recupero di alcuni oneri e spese sostenuti per eventi eccezionali oggetto di agevolazioni fiscali.

Tra le novità più importanti spicca la proroga della detrazione 36% per gli interventi sul recupero del patrimonio edilizio, stessa proroga concessa anche per la detrazione fiscale 55% per gli interventi mirati al risparmio energetico, come sostituzione infissi e impianti di climatizzazione, pannelli solari, ecc.

Un’altra proroga  riguarda la detrazione riconosciuta per il personale del comparto sicurezza, difesa e soccorso, determinata dal sostituto d’imposta entro il limite di 149,5 euro (quadro C rigo C14).

Previste anche detrazioni per quanto riguarda le rette di asili nido per bambini di età compresa tra i tre mesi e i tre anni. Potranno beneficiare della detrazione solo i genitori, per ogni figlio naturale od adottato, affiliato o affidato, per una quota del 19% delle spese per un massimo di 632 euro annui per ogni figlio (quota detraibile 120 euro).

Detrazioni previste anche per figli iscritti a scuola. Il modello per la richiesta delle detrazioni si può richiedere alle segreterie scolastiche, dove depositare l’istanza. Le detrazioni saranno riconosciute fino al mese di aprile 2011: in assenza della comunicazione, le detrazioni stesse saranno revocate (con decorrenza dal 1 gennaio 2011), a partire dallo stipendio del mese di maggio, inoltre, eventuali detrazioni non fruite in corso d’anno, per mancata o ritardata comunicazione, o per revoca, potranno comunque essere dichiarate in occasione della dichiarazione dei redditi (730 o UNICO) relativa al 2011 da presentarsi nel 2012.  L’altra novità riguarda i crediti di imposta.

L’introduzione di un credito d’imposta (quadro G rigo G3) è previsto a seguito del reintegro delle somme anticipate sui fondi pensione per determinate esigenze, comespese sanitarie per gravi condizioni o acquisto prima casa, e al riconoscimento di un credito d’imposta per chi ha fatto ricorso alla mediazione per la risoluzione di controversie civili e commerciali (quadro G rigo G8).

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il