BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Comprare seconda casa: i migliori mutui variabili o fissi 2011 a confronto

Migliori mutui per la seconda casa. Quale scegliere



Se l’impresa di acquistare oggi una casa sembra piuttosto ardua e richiede giuste attenzioni, c’è chi, nonostante la crisi, non vuole rinunciare alla seconda casa, che sia al mare o in montagna, ma comunque un ‘punto di appoggio’ per una vacanza o momenti di relax.

Secondo gli ultimi dati Fiaip, federazione italiana agenti immobiliari, sono aumentati nell’ultimo anno gli immobili turistici in vendita e c’è una bella novità per chi volesse acquistare una casa per le vacanze.

Sembra, infatti, che i prezzi di queste abitazioni siano prossimi a calare del 2, 3% al metro quadro già da questo 2011. Supermoney, il portale di confronto di tariffe e costi, ha selezionato i migliori mutui, a tasso fisso e variabile, per l’acquisto di una seconda casa. Ovviamente i prezzi degli immobili sono diversi a seconda della località che si sceglie.

Le zone più prestigiose come Madonna di Campiglio, Capri o Forte dei Marmi hanno chiaramente prezzi decisamente superiori a zone meno rinomate. Prendendo come riferimento il caso di un lavoratore dipendente con contratto a tempo indeterminato e un reddito familiare di circa tremila euro, con un mutuo da 150 mila euro, l’offerta proposta da Supermoney a tasso fisso migliore è quella di Mutuo fisso di Che Banca! Che presenta un taeg del 4,95% e prevede una rata di 878 euro.

A seguire troviamo Acquisto e Ristrutturazione di Unicredit Family Financing che ha un taeg del 6,50% e prevede una rata di 1.033 euro; e al terzo posto c’è Mutuo a Tasso fisso della Banca Popolare di Bari che ha un tage del 6,59% e prevede una rata di 1.028 euro. Meno cari, invece, secondo Supermoney, i mutui a tasso variabile, sempre considerando le variabili appunto da considerare.

I dati sono stati elaborati dal sito http://www.supermoney.eu che vi invitiamo a visitare

. L'offerta di mutui sia a tasso fisso che variabile a Aprile 2016 si fa molto interessante. Grazie alla discesa mese su mese dei prezzi degli immobili nelle grandi città, ma soprattutto nei piccoli centri, e grazie ai tassi praticamente prossimi allo zero oggi accendere un mutuo è estremamente conveniente. In questa analisi abbiamo analizzato le migliori offerte proposte dai principali istituti.

Fisso o variabile? Questo è l'eterno dilemma... In breve in questa particolare fase storica chi ha la possibilità di aprire un mutuo da estinguere in 10 anni quasi sicuramente la scelta del tasso variabile può essere quella più azzeccata, infatti attualmente i tassi sono molto bassi e le prospettive per i prossimi anni non fanno intravedere una loro risalita e poi grazie alla portabilità è sempre possibile, qualora i tassi aumentino, ricontrattare il mutuo con la stessa banca o con un altro istituto al fine di ottenere una proposto di nuovo vantaggiosa.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il