BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Immigrati a Lampedusa marzo-aprile 2011: lista regioni dove andranno

Migliaia di immigrati in Italia: dove saranno sistemati



La notte appena trascorsa, col mare grosso, ha rallentato il flusso di immigrati sulle coste italiane, ormai al collasso per le migliaia di persone arrivate, soprattutto da Liba e Tunisia.

Dopo la visita del presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, a Lampedusa e la sua rassicurazione sul fatto che l’isola in due giorni sarebbe stata svuotata dai sei mila immigrati ormai li ‘residenti’, ci si chiede dove saranno portati tutti coloro arrivati in Italia.

Ed infuriano già le prime polemiche, a partire da Manduria, provincia di Taranto in Puglia, dove sono stati condotti centinaia di immigrati, provocando le dimissioni del sindaco per non aver rispettato gli accordi previsti sul loro arrivo in termini di numeri e organizzazione.

Il numero dei rifugiati che sarà distribuito in ogni regione è stato calcolato dal Viminale rispetto al parametro popolazione residente (i dati sono quelli Istat aggiornati a novembre 2010).

Tra le regioni favorite c'è la Lombardia che, rispetto alla media nazionale di 84,7 immigrati accolti per 100 mila abitanti, ha un dato di 83,7. È il dato più basso tra quelli della grandi regioni. Otto regioni rientrano nella fascia media mentre cinque stanno sopra 86 e cinque sotto 84.

Oltre alla Lombardia va bene per Emilia-Romagna (83,5), Marche (83,1), Lazio (83,8), Sardegna (83,6) e la Val d'Aosta che con 78 è nettamente la meno coinvolta dopo l'Abruzzo che non avrà nessun rifugiato. La Puglia è dentro la fascia media fra 84 e 86: con 85,6 è la terza regione meridionale dopo Molise (93,8) e la Campania (85,7). Le regioni penalizzate sono, insieme al Molise, Trentino Alto Adige, Friuli-Venezia Giulia, Liguria e Umbria.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il