Farmaci generici taglio del 40% dei prezzi da metà aprile

In arrivo tagli ai prezzi di farmaci generici.



Da metà aprile, i prezzi dei farmaci generici subiranno fino al 40%. La decisione riguarderà 4.188 prodotti e significherà un risparmio per lo Stato di 830 milioni di euro all'anno. Solo nel 2011 si stima un risparmio di 625 milioni di euro.

Il via libera ai tagli è arrivato dal Consiglio di amministrazione dell'Agenzia Italiana del Farmaco (Aifa) e per il presidente della Farmindustria, Sergio Dompè, ‘diventa ineluttabile produrre altrove’.

Dompé sottolinea come si continui a colpire la farmaceutica invece di altre voci di spesa cresciute, negli ultimi anni, anche del 60% e dice “Si continuano a fare norme che penalizzano la farmaceutica nonostante il differenziale tra prezzi e ricavi sia inferiore del 30% alla media europea, senza contare che le nostre aziende costituiscono uno dei settori più competitivi del panorama produttivo italiano.

Oggi si colpiscono i farmaci generici, i cui prezzi sono già in linea con la media europea, mentre non si toccano altri settori della sanità che hanno avuto incrementi di spesa del 60% negli ultimi 10 anni a fronte dell’impatto della farmaceutica che oggi è su livelli addirittura inferiori a quelli del 2001. Mi sembra una sproporzione enorme”.

Ti è piaciuto questo articolo?






Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini pubblicato il