Spese Finanziamenti accessorie: Findomestic decide cancellazione

Fidomestic ha deciso tagliare tutte le spese accessorie sui finanziamenti



Poca trasparenza e chiarezza delle informazioni su finanziamenti e prestiti personali: questa è la denuncia del 50% degli italiani secondo una indagine condotta dall’Ipsos e Fidomestic ha deciso tagliare tutte le spese accessorie in nome della trasparenza. Il che rappresenta una buona notizia per le famiglie italiane che ricorrono sempre più alla forma del finanziamento.

Secondo i dati dell’indagine, infatti, il 75% degli intervistati considera il ricorso al prestito come un aiuto nelle situazioni difficili. Il 53% lo ritiene addirittura un motore della crescita economica.

Fra i costi di un normale finanziamento, quello più conosciuto è sicuramente la rata, metro di misura con il quale si sceglie il prodotto più congeniale, ma i costi non finiscono qui, perché ad essa bisogna aggiungere anchei costi di apertura pratica (il 65% degli intervistati li conosce) e i costi di chiusura, gli indici Tan e Taeg, le spese di istruttoria e l‘assicurazione.

Secondo Salomone, ad Findomestic, “Gli italiani si sentono poco preparati ed effettivamente denotano una conoscenza molto superficiale del meccanismo del credito al consumo, per cui da un lato fanno molto affidamento sugli operatori del settore e dall'altra tendono a semplificare il problema e proprio per questi motivi premiano la serieta' dei soggetti eroganti.

Il rischio tuttavia è che molti siano particolarmente esposti a situazioni poco limpide e ben confezionate e alla variabilità dei tassi; quindi se da una parte i costi accessori rivelano spesso fastidiose e spiacevoli sorprese, dall'altro l'impatto di un aumento dei tassi è ignoto o rimosso”.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il