Stipendi 2011 in aziende ICT italiane

Statiche le Pmi italiane. I dati



Da un’indagine retributiva condotta da Assintel nel corso del 2010 su un campione di 180 Pmi del settore Servizi IT (45%), software house (26%), consulenza (22%), system integrator outsourcing (3%) e Hardware vendor (2%) è emersa una forte staticità nella gestione delle risorse umane, in contrasto con l'accelerazione delle trasformazioni tecnologiche e con le nuove opportunità come il Cloud Computing e le sue derivazioni.

Ciò che, inoltre, maggiormente si nota è la tendenze delle imprese a stipulare in prevalenza contratti di collaborazione, a progetto, atipici, consulenti a partita IVA, privilegiando forme contrattuali flessibili che impegnano meno le aziende.

I dati evidenziano poi tra i dipendenti, il 13% dirigenti, il 9% quadri e il 78% impiegati. Tra i collaboratori il 27% sono a partita IVA, il 30% stagisti e il 43% co.pro. atipici.

Le donne dirigenti sono il 4%, le impiegate il 90% e i quadri 6%. Un dato importante da sottolineare è che negli ultimi due mesi il 71% delle imprese ha avuto una crescita zero sul fronte occupazionale, specchio di un quadro di crisi economica che si riflette nel mondo del lavoro.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il