BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Mutui 2011-2012: regole più chiare e garanzie maggiori per clienti grazie Ue

Più trasparenza sui costi dei mutui: la nuova proposta Ue



Creare un mercato unico del credito ipotecario concorrenziale e trasparente: questa l’ultima proposta della Commissione Europea per nuove regole chiare sulla pubblicità, sulle informazioni precontrattuali e un modulo standard per la comparazione delle diverse offerte.

La Commissione ha, inoltre, presentato una proposta di direttiva per aumentare la fiducia dei consumatori europei che sottoscrivono mutui immobiliari. La proposta di direttiva prevede regole chiare in materia di pubblicità, informazione precontrattuale, consulenze, valutazione di solvibilità ed estinzione anticipata del mutuo.

Tutte le banche saranno tenute ad utilizzare un modello unico di informazioni standard che fornisca ai consumatori anche informazioni personalizzate e permetta loro di comparare le diverse offerte degli istituti di credito.

Ora tocca a Parlamento e Consiglio esaminare la proposta. Michel Barnier, Commissario Europeo al mercato interno e ai servizi, ha dichiarato: “Le regole proposte oggi sono volte a garantire che i consumatori dispongano di informazioni precontrattuali di grande qualità e, più in generale, a migliorare le pratiche di prestito da un capo all'altro dell'Europa. Si tratta, infine, di promuovere la crescita di un mercato unico europeo del credito ipotecario dinamico, concorrenziale e meglio integrato”.

. L'offerta di mutui sia a tasso fisso che variabile a Aprile 2016 si fa molto interessante. Grazie alla discesa mese su mese dei prezzi degli immobili nelle grandi città, ma soprattutto nei piccoli centri, e grazie ai tassi praticamente prossimi allo zero oggi accendere un mutuo è estremamente conveniente. In questa analisi abbiamo analizzato le migliori offerte proposte dai principali istituti.

Fisso o variabile? Questo è l'eterno dilemma... In breve in questa particolare fase storica chi ha la possibilità di aprire un mutuo da estinguere in 10 anni quasi sicuramente la scelta del tasso variabile può essere quella più azzeccata, infatti attualmente i tassi sono molto bassi e le prospettive per i prossimi anni non fanno intravedere una loro risalita e poi grazie alla portabilità è sempre possibile, qualora i tassi aumentino, ricontrattare il mutuo con la stessa banca o con un altro istituto al fine di ottenere una proposto di nuovo vantaggiosa.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il