BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Guerre per le materie prime prodotti tecnologici: blocco importazioni Ue e Usa

Stop all'importazione di materie prime che scatenano le guerre dell'Africa



Aziende europee e Usa al lavoro per arginare i conflitti sanguinari in tutto il mondo scatenati dall’estrazione di materie prime per l'elettronica.

Il blocco alle importazioni, nato da un'iniziativa di gruppi industriali sia negli USA sia un Europa, potrebbe influenzare il lavoro di circa 200.000 minatori indipendenti solo in Congo, e molti altri nei paesi limitrofi. Apple, Intel e altre aziende del settore elettronico hanno deciso di non acquistare più minerali che scatenano le guerre dell'Africa Centrale, per cui ora le aziende minerarie che forniscono questi colossi sono bloccate da una normativa.

Obiettivo: limitare i conflitti dovuti al controllo delle materie prime. Questa nuova misura, seppur ancora limitata, è pur sempre positiva perché mostra la consapevolezza sulle conseguenze umane del settore elettronico.

Parecchie le conseguenze che questa decisione potrebbe avere, a partire dal fatto che le aziende minerarie centrafricane cercheranno altri clienti, probabilmente in Asia, quindi l’eventuale blocco sancito non sortirà gli effetti desiderati, perché Cina, Corea e altri paesi asiatici sono disposte a comprare minerali qualsiasi sia la loro provenienza. 

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il